IL SULMONESE CARUGNO CONFERMATO NELLA SEGRETERIA NAZIONALE PSI

Giovedi scorso il sulmonese Massimo Carugno è stato confermato come membro della segreteria nazionale del PSI con l’incarico di responsabile nazionale del Dipartimento dei “Diritti del cittadino”. Il massimo organo di governo del Partito Socialista Italiano, eletto dalla direzione nazionale nella riunione di giovedi scorso, è stato rinnovato a seguito del congresso nazionale di partito, celebrato a Roma lo scorso 29 marzo. “Ringrazio il segretario nazionale Enzo Maraio che mi ha proposto e la direzione che mi ha votato – ha sottolineato Carugno –  approfitterò, come sempre, grazie a questo incarico, della vicinanza con i gruppi parlamentari per svolgere, oltre ai compiti derivanti dall’incarico, anche un’opera di difesa della nostra regione in una fase in cui, le prospettive di crescita e sviluppo, non devono essere tarpate da provvedimenti discriminatori come quello delle autonomie regionali, sull’agenda del governo giallo-verde, che crea regioni di serie “A” (quasi tutte al nord) e regioni di serie “B” (quasi tutte al sud)”. “La crescita di questa regione non può non passare, anche e soprattutto, attraverso il turismo e quindi programmi ed interventi che favoriscono tale comparto sono da stimolare e sollecitare. Il corridoio Tirreno – Adriatico, di cui parlo inascoltato da anni, anche se è un intervento volto a potenziare i grandi flussi commerciali, comporterà un ammodernamento delle infrastrutture del quale il turismo non potrà che beneficiare – spiega l’esponente socialista – l’asse Roma, Avezzano, Sulmona, Pescara va potenziato e con esso un sistema viario che permetta alla utenza turistica di “girare” agevolmente l’Abruzzo, perchè, il grande valore del nostro patrimonio turistico non dipende dalla bellezza del mare o della montagna ma dal fatto che vette di 3.000 metri siano ad un’ora di macchina da spiaggie e mare immacolati”. 



Il tuo commento