CONVEGNO AGLIO ROSSO, CHIESTA PIU’ ATTENZIONE AI PROBLEMI DELLO SVILUPPO

“C’è scarsa attenzione per i problemi legati allo sviluppo del territorio, in particolare quelli dell’agricoltura e dell’allevamento, da parte delle istituzioni, della politica locale e degli stessi organi d’informazione”. La denuncia come un grido di dolore per la condizione di grave crisi che vive il Centro Abruzzo è venuta ieri dall’imprenditore Nunzio Marcelli, durante il convegno svoltosi all’Abbazia celestiniana e dedicato all’Aglio rosso. Da parte sua l’assessore regionale all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, ha posto l’accento sulla necessità di fare rete, per valorizzare le potenzialità del territorio, che spesso però appare diviso. Come pure dal convegno è scaturita l’idea di organizzare una filiera virtuosa, facilitare l’accesso al credito per le idee innovative, potenziare le ricerche di mercato e la comunicazione. A conclusione della giornata è stato designato Mister Aglio Rosso, Alberto Centofanti, imprenditore agricolo sulmonese che ha totalizzato 91 punti su 100, il massimo previsto dalla griglia preparata dagli organizzatori del concorso. All’incontro, assai vivace e stimolante, hanno preso parte amministratori comunali del comprensorio, i rappresentanti degli istituti di credito della zona, le associazioni di categoria e funzionari della Regione. Gli onori di casa sono stati fatti dal presidente della Pro Loco di Campo di Fano, Angelo Trotta, il presidente del consorzio dell’Aglio Rosso, Stefania Baldasssarre, il funzionario della Regione, Antonio Ricci.


Il tuo commento