TORNA AL SUO LAVORO IL POLIZIOTTO PENITENZIARIO AGGREDITO DA UN ERGASTOLANO CON OLIO BOLLENTE

Torna al suo lavoro l’agente di Polizia penitenziaria, Andrea Paglieta, che il 20 giugno dell’anno scorso venne aggredito con violenza da un ergastolano della ‘ndrangheta nel carcere di Sulmona. Al poliziotto il detenuto calabrese scagliò addosso olio bollente, ferendolo gravemente. Andrea Paglieta da oggi è in servizio come addetto di Polizia giudiziaria in una Procura abruzzese, vicino al paese di residenza delle figlie che lo hanno assistito nei suoi momenti più terribili, dopo la tremenda aggressione subita. Per Mauro Nardella, della Uil Penitenziari, un ringraziamento va rinnovato al ministro di Giustizia, Alfonso Bonafede, al Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Francesco Basentini, alla senatrice Gabriella Di Girolamo e al presidente dell’Associazione Nazionale di Volontariato Vittime del dovere Onlus Emanuela
Piantadosi. Intanto lunedi prossimo 8 luglio, giornata dedicata alla festa del Corpo di Polizia
Penitenziaria, Andrea Paglieta potrebbe ulteriormente vedere premiato il suo coraggio
attraverso un solenne riconoscimento.


Il tuo commento