OLTRE 900 ISCRITTI ALLA SIRENTE BIKE MARATHON DI AIELLI

Fari puntati sull’Abruzzo e su Aielli domenica 30 giugno per lo svolgimento della terza edizione della Sirente Bike Marathon che assegnerà 14 maglie di campione italiano sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana per le categorie open e master.

Un evento voluto fortemente dalla comunità di Aielli e che ha trovato piena sintonia con il Gruppo Alpini Aielli e l’Avezzano Mtb.

L’impegno profuso dagli organizzatori sembra essere premiato dalla quantità e qualità degli iscritti (già oltre 900), visto che ad Aielli è atteso tutto il meglio dei bikers specialisti delle gare di fondo che arriveranno in Abruzzo al top della forma per contendersi la maglia più ambita nella fase centrale della stagione agonistica.

Aielli, Celano, Cerchio, Collarmele, Gagliano Aterno, Rocca Di Mezzo, Secinaro e Ovindoli sono i comuni coinvolti dalla gara che gira attorno al Monte Sirente (la quarta montagna d’Abruzzo per altitudine) con due percorsi: il marathon di 110 chilometri con 3500 metri di dislivello e la point to point di 46 chilometri con 1600 metri di dislivello.

Da tanto tempo stiamo lavorando con una ventata di ottimismo grazie all’impegno profuso e sinergico con il Gruppo Alpini Aielli, il comitato regionale della Federciclismo Abruzzo, l’ente Parco Velino Sirente e l’amministrazione comunale di Aielli – è il commento di Gianluca Colabianchi, presidente dell’Avezzano Mtb e del comitato organizzatore -. Il messaggio che vogliamo lanciare è che la bicicletta pubblicizza il territorio e fa vivere la montagna in un evento di grande risonanza nazionale come il campionato italiano”.

Gli fa eco Gaetano Iacobucci in rappresentanza del Gruppo Alpini Aielli: “L’idea è venuta tre anni fa per sviluppare l’economia montana e il turismo dei nostri luoghi che si prestavano molto a un grande evento di mountain bike. La nascita della Sirente Bike Marathon, giunta quest’anno alla terza edizione, è l’apice del nostro progetto. La nostra comunità di Aielli sta lavorando solo e soltanto per questo evento che racchiude luoghi incantevoli che non hanno nulla da invidiare alle grandi manifestazioni del Nord Italia”.

Ciascun partecipante è tenuto ad effettuare la scelta del percorso in via preventiva come da regolamento nazionale FCI.



Il tuo commento