L’ISTITUTO AGRARIO ANNESSO ALL’ITIS DI PRATOLA PER LA SUA SALVAGUARDIA E VALORIZZAZIONE

L’istituto agrario “Serpieri” di Pratola Peligna sia annesso all’Istituto tecnico industriale, diventando Istituto tecnico agrario-agroalimentare-agroindustria, a indirizzo “viticoltura ed enologia”. La proposta viene dall’amministrazione comunale di Pratola, promossa di comune accordo con il dirigente dell’Istituto d’Istruzione superiore “Fermi”, Massimo Di Paolo e presentata all’amministrazione provinciale “per la salvaguardia e la valorizzazione dell’Istituto Agrario “Serpieri” di Pratola Peligna, al fine di contrastare così il drastico calo degli iscritti degli ultimi anni e i suoi effetti”. “La salvaguardia dell’Agrario è strategica per il nostro territorio – sottolineano il sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino e l’assessore alle Politiche Sociali Marianna Palombizio  –  e pertanto abbiamo scelto di rivolgerci alla Scuola già presente a Pratola Peligna per una proposta concertata con il Dirigente Massimo Di Paolo. L’attivazione del nuovo indirizzo per l’Agrario, con l’autonomia scolastica a carico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Fermi”, può favorire infatti una riorganizzazione ambientale, logistica e culturale per garantire non solo il mantenimento della Scuola Agraria sul territorio peligno ma anche l’innalzamento dei servizi qualitativi”. La proposta ha già il parere favorevole del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’Istituto del “Fermi”.”Abbiamo chiesto ai sindaci del territorio di condividere questa iniziativa – concludono Antonella Di Nino e Marianna Palombizio – per la crescita di una scuola fondamentale per la formazione di figure professionali qualificate”.


Il tuo commento