FURTI A CANTIERI E IMPRESE DELLA VAL PESCARA, OPERAZIONE DEI CARABINIERI

Avevano preso di mira cantieri e imprese edili della Val Pescara, in particolare l’Edilcerna di Popoli, l’Euredil di Tocco Casauria, la Prima srl di Popoli e la discoteca Bliss dell’Aquila, per furti di rame e materiale edile. Nelle prime ore del mattino i carabinieri della Compagnia di Popoli, coadiuvati nella fase esecutiva da quelli della Compagnia di Pescara, di Montesilvano e di Gioia del Colle, del Nucleo Cinofili di Chieti e del Nucleo Operativo Ecologico di Pescara, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, tre in carcere, uno agli arresti domiciliari, due obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria ed un obbligo di dimora, e altrettanti decreti di perquisizioni nei confronti di Marco De Marchi, Guglielmo Covitti, Giuseppe D’Alfonso, Francesco Marzano e altri tre indagati ritenuti tutti a vario titolo responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e ricettazione. Le indagini, dirette dal Sostituto procuratore della Repubblica di Pescara, Andrea Papalia, sono state condotte dal Nucleo operativo della compagnia di Popoli a partire dal maggio dello scorso anno, quando veniva controllato un soggetto che conduceva un veicolo carico di rame di provenienza illecita. Le successive attività investigative, realizzate con metodi tradizionali e con intercettazioni telefoniche e ambientali, hanno consentito di appurare come il soggetto fermato facesse parte di un più ampio sodalizio criminale stabilmente impegnato nella commissione di furti nelle province di Pescara e l’Aquila. Gli accertamenti effettuati, oltre a permettere di definire la struttura organizzativa dell’associazione, delineando i ruoli dei singoli componenti, hanno permesso di ricostruire tutta la filiera delle attività criminali individuando anche il centro di ricettazione e smistamento della refurtiva che trovava il suo punto focale in una ditta di stoccaggio di materiali ferrosi di Montesilvano. I sodali, pescaresi baresi e napoletani, mediante autovetture prese a noleggio, ponevano in essere vere e proprie spole dalle imprese derubate alla loro base logistica e da quest’ultima al centro di ricettazione. Obiettivo privilegiato dell’organizzazione criminale erano cantieri e imprese edili tra i quali la Edilcerna di Popoli, con un furto realizzato lo scorso 23 maggio in cui veniva asportato ingente quantitativo di materiale in rame e per edilizia,  l’Euredil di Tocco da Casauria, con furti del 6, 7, 8, 23 aprile 5 e 11 maggio, con il furto di rame e materiale per l’edilizia, la Prima srl di Popoli, furto del 24 maggio scorso di maggio con rame e materiali per l’edilizia e anche la discoteca Bliss dell’Aquila, con furti compiuti lo scorso 14 e 27 aprile con asportazione di ingenti quantitativi di superalcolici e speciali per attrezzature per l’illuminazione. La refurtiva asportata nei vari furti ammonta a un valore complessivo di circa 100mila euro. Nel corso dell’operazione è stato recuperato un veicolo in uso dell’associazione, oltre ad un quintale di materiale in rame asportato da una delle ditte depredate, nonché sottoposta a sequestro preventivo la ditta individuata quale punto di ricettazione della refurtiva.Il colonnello Marco Riscaldati, comandante provinciale dell’Arma, nel corso della conferenza stampa di questa mattina ha fatto un appello ai proprietari e agli addetti: “chi va a fare i furti nelle aziende, oltre a fare un sopralluogo esterno, molte volte, con una scusa entra all’interno delle aziende, per cui invitiamo a rivolgere attenzione su persone che spesso non sono del luogo e che fanno domande strane. In questi casi, quando ci sono dei sospetti, e bene rivolgersi alle forze dell’ordine”.



Il tuo commento