“DALL’UOVO AL PULCINO”, LO STUPORE DELLA VITA CHE NASCE NEL PROGETTO DELLA SCUOLA CELESTINO V

“Dall’uovo al pulcino“ è il progetto, concluso a fine maggio, che ha visto coinvolta la scuola primaria “Celestino V “ di Bagnaturo, progetto atto a rendere partecipi i bambini alla magia della nascita di una nuova vita. L’idea di tale progetto è nata nei primi mesi del 2018, dalla volontà delle maestre Annalisa Di Ramio, Liliana Centofanti e dall’avicoltore amatoriale Giuseppe Larosa, trovando realizzazione nell’anno scolastico 2018 / 2019. L’iniziativa  ha suscitato interesse e attiva partecipazione da parte di tutti gli alunni della scuola primaria e della scuola dell’infanzia e di tutto il personale scolastico. Queste le dichiarazioni delle insegnanti a fine progetto.“Un’esperienza, davvero emozionante e formativa per i bambini, che rimarrà certamente impressa nei loro ricordi. Assistere dal vivo al magico momento della nascita di una nuova vita e vedere venir fuori dalle uova che pian piano si schiudevano, dei batuffoli perfetti, è stato meraviglioso – sottolinea Larosa – Poterli toccare e accarezzare è stata per i bambini un’emozione grande. Si leggeva sui loro volti tutto lo stupore e non riuscivano a credere che da un uovo, potesse venir fuori una creatura così bella.Tutti i bambini si sono sentiti coinvolti e partecipi …. Hanno deposto le uova nell’incubatrice e ogni giorno era loro compito prendersene cura fino al ventunesimo giorno in cui si prevedeva la schiusa. E’ stata un’attesa lunga, ma sicuramente entusiasmante, che si è conclusa con questo grande miracolo della vita, che rimarrà, per l’uomo un grande mistero e un grande dono”. Esperienza davvero emozionante che è riuscita a coinvolgere anche le famiglie. Tutto questo è stato possibile grazie alla fattiva collaborazione dell’associazione sportiva “ la Fenice “, al Consorzio Agrario di Fabio Cianfaglione e soprattutto alla preside del circolo didattico e al sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino per avere appoggiato con interesse il progetto. “L’entusiamo dei bambini e la voglia di conoscenza – conclude Giuseppe Larosa – ha fatto si che questo progetto svolgesse nel  migliore dei modi e nei tempi previsti dalla natura”. Soddisfazione hanno espresso il presidente dell’associazione sportiva “ La Fenice “ Eleonora Mesiano per il raggiungimento dello scopo con il progetto svolto e con la voglia di sviluppare e intraprendere nuovi progetti in altre scuole o realtà.



Un pensiero riguardo ““DALL’UOVO AL PULCINO”, LO STUPORE DELLA VITA CHE NASCE NEL PROGETTO DELLA SCUOLA CELESTINO V

  • 22 Giugno 2019 in 14:18
    Permalink

    Sono anziana e ho vissuto tanti anni in montagna. In famiglia avevamo una stalla con tanti animali:il porcellino rosa e nero (ogni anno purtroppo veniva rimpiazzato/due caprette e tante galline e un solo gallo superbo.La gioia mia e dei miei fratelli era l’attesa ,:la nascita dei capretti ,lo schiudersi delle uova poste in un cesto pieno di paglia con la chioccia pronta a covarle col calore del proprio corpo. Per quasi un mese (21 circa) controllavamo lo stato delle uova e quando sentivamo il pigolio dei pulcini,avremmo voluto aiutarli a rompere il guscio, ma non si poteva ed assistevamo titubanti. IMMAGINO LA GIOIA PROVATA DAI VOSTRI SCOLARETTI DOPO TANTI GIORNI D:ATTESA E LE DOMANDE CHE SI SONO POSTE. I nostri bambini che vivono in città, lontano dalla natura pensano che i polli nascano nel frigorifero.

    Risposta

Il tuo commento