PIAZZA TRESCA IN SERATA DIVENTA CAMPO DI CALCETTO, PROTESTANO I RESIDENTI

In tarda serata, ormai quasi ogni giorno, piazza Tresca diventa campo di calcetto per un gruppo di giovani che approfittano dei primi caldi estivi e delle vacanze appena cominciate e scelgono la piazza del monumento ai caduti, per trascorrere l’intera serata. Una consuetudine che già da qualche tempo suscita però le proteste dei residenti della zona. “Ieri sera un folto gruppo di giovani ha giocato ininterrottamente dalla mezzanotte alle due, inevitabilmente facendo chiasso” lamentano alcuni abitanti in un palazzo di via Porta Romana. “Siamo in estate e tanti si trattengono in strada fino a tardi, nulla da ridire – aggiungono – ma schiamazzi e urla, fino a notte fonda, sono solo fatto di pessima educazione e di mancanza di rispetto per chi il giorno lavora o è anziano e ha diritto a riposare tranquillamente, senza disturbi di sorta”. Ieri sera, non contenti di aver giocato a calcetto tra le sedute di piazza Tresca e il monumento ai caduti, i giovani hanno sperimentato anche il volo di un modellino di aereo telecomandato, che con il suo brusio ha concluso la notte di chiasso. Poi senza evitare rumori hanno preso la strada dei portici, continuando a far chiasso. “Il centro storico frequentato piace a tutti, soprattutto a noi che ci viviamo – concludono i residenti di via Porta Romana – le chiassate e la maleducazione a notte fonda però non sono accettabili”. Basterebbe qualche controllo in più da parte di Polizia e Carabinieri ed ogni problema sarebbe risolto, con buona pace di tutti, senza nulla togliere al diritto dei giovani di divertirsi, sempre però nel rispetto delle regole della buona educazione.



Il tuo commento