LA FIGLIA DELL’APPUNTATO ANZINI: TI HANNO STRAPPATO VIA DA ME

“A che servono le parole? Ti hanno strappato via da me, ciao pa’”. Questo il semplice ma struggente post su Facebook della giovanissima Sara, appena diciannovenne, figlia dell’appuntato scelto Emanuele Anzini, vittima della tragedia che la notte tra domenica e lunedi si è consumata a Terno d’Isola, in provincia di Bergamo, dove il carabiniere era in servizio con un collega ad un posto di blocco. Un cuoco 34enne, Matteo Colombi, alla guida della sua Audi in stato di ebbrezza, con precedenti specifici, lo ha travolto uccidendolo sul colpo. Accusato di omicidio volontario il cuoco ora è in carcere. Intanto la città, in un clima di grande commozione e sdegno per la tragedia che ha colpito il militare e stretta intorno ai familiari, soprattutto la madre Eleonora, la figlia e la sorella Catia, attende in silenzio, il rito funebre, che si svolgerà oggi, alle 15, nella Cattedrale di San Panfilo, celebrato dal vescovo Michele Fusco e alla presenza di alte autorità civili e militari.