NASCE A RAIANO “ALTERNATIVA CIVICA DEMOCRATICA”: AMMINISTRAZIONE MOCA HA FALLITO, RILANCIAMO IL PAESE

La cittadina di Raiano ha bisogno di una svolta, per una sua ripresa e un gruppo di raianesi ha deciso di dare vita al movimento di “Alternativa Civica Democratica per Raiano”. Secondo il neonato movimento l’attuale amministrazione comunale, guidata dal sindaco Marco Moca, ha fatto fallimento. A conferma di questa affermazione il movimento cita dati statistici. “Al 1° gennaio 2010 il Comune di Raiano, secondo dati ISTAT,  registrava una popolazione di 2.931 residenti, al 1° gennaio 2018 ne registrava 2.767: una diminuzione di ben 264 residenti, pari ad una riduzione percentuale del 9%. Sempre nello stesso periodo aumenta la percentuale della popolazione anziana superiore ai 65 anni dal 24% al 26% (media nazionale 22,6%).”Questi dati dimostrano il lento, ma inesorabile declino del nostro Comune. Raiano che era quasi arrivata a toccare l’ambito traguardo dei tremila residenti non c’è più, è scomparso dal nostro orizzonte – precisa il movimento – E’ la dimostrazione più evidente del fallimento dell’azione dell’attuale amministrazione. Un’azione priva di una visione strategica e programmatica coerente e adeguata ai cambiamenti economici, sociali e produttivi che si sono avuti in questi ultimi anni”. Alternativa Civica Democratica punta l’indice accusatore sul “Piano regolatore bloccato alle condizioni socio economiche degli anni ‘80, un Piano di Recupero del Centro Storico inattuato e neanche rivisitato e innovato in occasione della ricostruzione post-sisma 2009. Il patrimonio storico, culturale e religioso, lasciato nel completo abbandono e rovina quotidiana come le chiesa di Sant’Andrea dei Cappuccini e del convento ex-Zoccolanti. Il patrimonio naturale e paesaggistico, come la Riserva naturale delle Gole di San Venanzio, affidato quasi esclusivamente alla gestione di un soggetto privato, eliminando quella distinzione di ruoli tra ente gestore, il Comune ed il soggetto operativo esterno, così come impone la legge. L’elaborazione culturale, il confronto e i processi di partecipazione attiva della cittadinanza alle scelte amministrative, completamente assenti, anzi con un decadimento qualitativo enorme, salvo alcune lodevoli eccezioni dovute alla buona volontà di giovani, donne e associazioni spontanee”. La svolta auspicata dal movimento civico ha come obiettivi quelli di recuperare centralità alla cittadina peligna, nell’ambito del territorio e una maggiore presenza negli enti sovracomunali, da cui Raiano è da anni esclusa. I promotori del movimento tengono infine a precisare che Alternativa Civica Democratica  esula da appartenze di partito. “Siamo una pluralità di persone animate da pensieri, valori e idealità diverse, ma unite dall’unico obiettivo di contribuire a migliorare il benessere, la qualità della vita civile, culturale e ed economica del nostro paese.Non vogliamo fare tutto da soli, ci piacerebbe che in tanti ci accompagnassero in questo percorso Civico, per elaborare delle proposte programmatiche innovative – concludono – E’ necessario, per riuscire a raggiungere tale obiettivo, che ognuno di noi riscopra il gusto e la passione della partecipazione civica, la bellezza e positività del confronto di idee con gli altri: condizione essenziale per decidere un futuro migliore. La sede di “Alternativa Civica Democratica – Per Raiano” è a disposizione di chiunque voglia partecipare, dare il proprio contributo di idee nelle Riunioni programmatiche che terremo nelle prossime settimane e mesi”.



Il tuo commento