PRIMA VITTIMA DELLA LEGIONELLA NELL’OSPEDALE DI AVEZZANO, ALTRI QUATTRO PAZIENTI COLPITI DALLA MALATTIA

E’ morto uno dei cinque pazienti ricoverati all’ospedale di Avezzano colpiti da legionella. E’ una donna ricoverata nel presidio sanitario marsicano nei giorni scorsi subito dopo la diagnosi di legionella. Il decesso è avvenuto ieri. La paziente soffriva anche di problemi cardiaci che insieme all’infezione batterica avrebbero provocato il decesso. Adesso il caso più grave resta quello di un anziano tuttora degente nel reparto di rianimazione. I casi di legionella, dall’inizio dell’anno, erano tre, diagnosticati in vari mesi. Ora se ne sono aggiunti cinque in un tempo molto ristretto. Degli altri tre pazienti, due sono assistiti nel reparto di medicina e uno in quello di malattie infettive. L’anziano, ottantaduenne, è affetto da problematiche pregresse, tra cui crisi respiratorie. Le malattie di cui è già affetto, insieme all’età, lo rendono più vulnerabile agli effetti della legionella. La Asl nei giorni scorsi aveva rassicurato, parlando di casi nella norma e sostenendo che “quattro casi di legionella in pochi giorni sono una coincidenza non infrequente”, sottolineando anche che la vicenda attuale “rientra nelle casistiche e che non suscita particolare preoccupazione”.  Rassicurazioni che però hanno avuto smentita dalla situazione di nuovo allarme provocato dalla prima vittima.



Il tuo commento