FESTA SS.TRINITA’, IL VESCOVO FUSCO AI TRINITARI: VORREI CHE QUESTA FESTA CONTAGIASSE DI FEDE L’INTERA CITTA’

“Vorrei che la festa della santissima Trinità fosse ancor più grande e questo clima di gioia fosse trasmesso all’intera città, come testimonianza di fede”. E’ l’augurio che il vescovo di Sulmona, Michele Fusco, ha rivolto questa mattina ai confratelli e alle consorelle dell’Arciconfraternita della SS.Trinità, a conclusione della celebrazione della santa messa solenne, in occasione della festa della SS.Trinità. Nell’omelia il vescovo ha approfondito il significato del mistero trinitario ed il senso della festa delle Tre persone divine. “Ogni giorno celebriamo la santissima Trinità, segnandoci con il segno della croce – ha ricordato il presule – ed ogni cristiano nasce nel segno del mistero trinitario, attraverso il sacramento del battesimo”. La santa messa è stata preceduta da un breve corteo processionale, avviatosi poco prima delle 11 dalla chiesa della SS.Annunziata, dove venne eretto nel 1320 l’altare dedicato alla SS.Trinità e dove per l’appunto ebbe origine l’arcisodalizio di vico Ospedale. Antonio Di Nino, rettore dell’arcisodalizio trinitario, distinto dal saio rosso con pettorina bianca, a conclusione della messa ha ringraziato il vescovo Fusco, il cappellano don Gilberto Uscategui, le suore e l’intera comunità trinitaria della loro presenza. Un ringraziamento particolare è andato al coro della comunità parrocchiale di San Michele Arcangelo, diretto da Antonello Colonico, confratello trinitario, che ha animato la liturgia solenne.



Il tuo commento