PUNTO NASCITA, SCOCCIA: LA DEROGA AL DECRETO LORENZIN UNICA ANCORA DI SALVATAGGIO

All’ottimismo e alla fiducia dei sindaci del Centro Abruzzo fanno da controcanto le forti perplessità espresse ieri dal consigliere regionale, Marianna Scoccia, a conclusione dell’incontro tenuto insieme ai sindaci del Centro Abruzzo con l’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì. “Le mie perplessità riguardano la decisione dell’assessore Verì di presentare un cronoprogramma al Percorso punto nascite nazionale del ministero della Salute, per la salvaguardia del punto nascita dell’ospedale di Sulmona – spiega Scoccia – io invece sono dell’avviso che andrebbe perseguita la strada della deroga ai criteri dettati dal decreto Lorenzin, facendo leva sull’orografia del nostro territorio, sulla necessità di dotare l’ospedale dell’eliambulanza e quindi del servizio Sten e Stam, il trasporto in emergenza neonatale e assistito materno, il potenziamento dell’organico di ostetricia e ginecologia, tutti obiettivi che non credo siano facilmente raggiungibili in tempi brevi”. “La sfida appare impossibile – conclude il consigliere regionale – unica strada per salvare il punto nascita resta quella della deroga al decreto Lorenzin”.



Il tuo commento