SINDACI DEL CENTRO ABRUZZO UNITI PER OSPEDALE DI PRIMO LIVELLO

E’ abbastanza fiducioso e ottimista il sindaco Annamaria Casini dopo l’incontro con i sindaci del Centro Abruzzo, tenuto oggi pomeriggio per delineare quello che gli amministratori del territorio chiederanno giovedì prossimo all’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, nell’incontro in programma a Pescara. “Chiederemo all’assessore regionale qual è lo stato evolutivo dell’attuale programmazione regionale anche in relazione a quello che sta succedendo a livello nazionale, dove si sta rivedendo il Patto della salute, quindi nuovi criteri per rimettere in discussione l’intero Piano sanitario regionale” ha spiegato Casini. All’incontro hanno partecipato quattordici sindaci su un totale di 23, per una volta uniti sul serio sul fatto che il territorio debba avere una sanità e un ospedale che garantiscano l’accesso alla salute così come avviene negli altri territori della Regione. Il sindaco di Sulmona, dichiarandosi soddisfatta dell’esito dell’incontro, che ha finalmente messo in luce l’unità del territorio su una battaglia essenziale, a totale ed esclusivo beneficio dei cittadini, si è detta anche convinta che “uniti si possa arrivare a portare a casa il risultato”. “Sappiamo benissimo che siamo figli e vittime del decreto Lorenzin che poggia tutto sui numeri e francamente fin quando non si modifica questo punto di partenza è difficile poi lavorare per trovare una soluzione più aderente a quelle che sono le esigenze del territorio – ha chiarito Casini – Ovviamente i punti chiave su cui ci siamo tutti ritrovati sono: ospedale di primo livello, salvaguardia del punto nascita, riordino della sanità territoriale e tutta la parte che riguarda il piano delle assunzioni 2019 perché va a impattare sulla qualità dei servizi e sull’efficienza dell’ospedale”. “Domani mattina vedremo di ultimare il verbale che poi presenteremo all’assessore regionale a firma di tutti i sindaci della Valle Peligna e della Valle Subequana in tutto 23 fasce tricolori” ha concluso il sindaco. Prima di incontrare i primi cittadini del territorio il sindaco Casini aveva convocato la commissione sanità e politiche sociali per ascoltare anche i rappresentanti in consiglio comunale. Presenti all’incontro solo i consiglieri comunali Francesco Perrotta e Elisabetta Bianchi e l’assessore Pierino Fasciani. “Il sindaco di Sulmona ha deciso di assecondare la mia richiesta di convocazione della commissione consiliare politiche sociali al fine di delineare la impostazione che il Comune di Sulmona deve assumere in vista dell’incontro dei sindaci con l’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì per la pianificazione regionale della nuova rete ospedaliera” ha precisato Bianchi. “Ho chiesto al sindaco di affermare le ragioni di un intero territorio consacrate nelle delibere di consiglio comunale sul punto nascita e all’ospedale di primo livello auspicando che la Regione Abruzzo sappia affermare sui tavoli ministeriali le istanze di sanità in vista della volontà già anticipata dal ministro Giulia Grillo di modificare i parametri del decreto Lorenzin che ha già dimostrato la sua impossibilità di applicazione virtuosa in un territorio così morfologicamente articolato come quello abruzzese” ha concluso il consigliere comunale.



Il tuo commento