DURO ATTACCO AL SINDACO DEL CONSIGLIERE PINGUE SULLA SANITÀ

“La Sindaca “in scadenza” dovrebbe  preoccuparsi di esercitare le sue funzioni in questi pochi mesi che l’asse Gerosolimo-Di Masci ha ancora consentito ad accordarle, prima di condannare il suo mandato alla inevitabile, anticipata fine”. Lo afferma l’ex consigliere di maggioranza Fabio Pingue lanciando un duro attacco al sindaco.

“Utilizzare il delicato argomento sanità come vetrina per ottenere, di tanto in tanto, qualche riga sulla stampa locale, non è esattamente il massimo che ci si sarebbe aspettato dalla Casini – sottolinea il consigliere comunale ritenendo che sia opportuno ricordare che “lei ha voluto l’istituzione di un’apposita commissione consiliare sul tema -di cui ha, peraltro, preteso la presidenza- e che ha poi lasciato languire in totale carenza di attività, fatte salve le rare iniziative intraprese dai consiglieri. Anna Maria Casini si è schierata apertamente a sostegno della Consigliera regionale Scoccia, – incalza Pingue – sbandierando la forza congiunta che il “governo del territorio” (sic.) avrebbe così esercitato ed ora il massimo dell’attività che riesce a rivendicare è la delusione per le sue preci inalscoltate.

Saremmo onorati se finalmente Casini e Scoccia, così come la Consigliera regionale La Porta e la Senatrice Di Girolamo, queste ultime al netto, rispettivamente, della perpetua campagna elettorale pro-Lega e della sfilata delle fontanelle, potessero testimoniare la loro esistenza in vita attraverso atti e provvedimenti, – conclude il consigliere comunale – così come alla pubblica amministrazione è richiesto di fare, a tutela di questo territorio che appare ogni giorno di più abbadonato a se stesso”.