IN REGIONE UNA RISOLUZIONE DELL’EX ASSESSORE PAOLUCCI PER SALVARE IL PUNTO NASCITA

Anche il Pd in campo contro la chiusura del punto nascita e lo fa con una risoluzione a tutela presentata dal capogruppo del Pd, in Consiglio regionale, Silvio Paolucci, ex assessore regionale alla Sanità, lo stesso che in passato è stato bersaglio di polemiche e proteste proprio a causa della ventilata chiusura del punto nascita. La risoluzione proposta dai democratici impegna il presidente della Regione, Marco Marsilio, a chiedere al Comitato percorso nascita nazionale, presso il Ministero della Salute, di rivalutare le considerazioni sul disagio orografico del territorio di competenza del punto nascita dell’ospedale di Sulmona, riscontrate all’esito della richiesta di deroga avanzata dalla Regione e a base del parere contrario espresso sulla permanenza dello stesso punto nascita. Inoltre il documento del Pd impegna il presidente della Regione a provvedere ad un incremento dell’organico del punto nascita di Sulmona, in particolare per le figure professionali di ginecologi, anestesisti e neonatologia, al fine di garantire la guardia attiva 24 ore su 24. Altra richiesta fatta al presidente Marsilio di rafforzare il trasporto perinatale in emergenza, vale a dire le reti Stam (servizio trasporto assistito materno) e Sten (servizio di trasporto in emergenza neonatale) con l’istituzione di un’elisuperficie adatta al volo notturno, al fine di determinare azioni di rendez-vous con i mezzi di soccorso a terra. Infine la risoluzione chiede che siano messe in campo tutte le iniziative ulteriori necessarie alla difesa del punto nascita di Sulmona e che sia attivato un tavolo di confronto con il governo nazionale per ridiscutere i criteri riguardanti il mantenimento dei punti nascita.