FESTA REPUBBLICA, IL SINDACO AI GIOVANI: I VALORI DELLA COSTITUZIONE SIANO VOSTRA GUIDA

Festa della Repubblica dedicata soprattutto ai giovani quella celebrata questa mattina a Sulmona. Prima della tradizionale cerimonia di omaggio ai caduti al monumento in piazza Tresca, la città con le autorità civili, militari e religiose, si è raccolta nell’aula consiliare del Comune, dove un gruppo di giovani ha ricevuto copia del testo della Costituzione repubblicana. “Voi giovani avete una grande responsabilità – ha detto il sindaco Annamaria Casini – la consegna della copia della carta costituzionale è un simbolico passaggio di testimone, che chiama anche voi appena diciottenni a fare delle norme costituzionali la guida del vostro futuro”. Il presidente del Consiglio comunale, Katia Di Marzio, in proposito ha invitato i giovani a porre particolare attenzione ai principi fondamentali fissati nella Costituzione. Mentre di “bisogno di evoluzione” della carta costituzionale ha parlato la senatrice Gabriella Di Girolamo. “La costituzione è la radice dalla quale è nata la Repubblica – ha sottolineato la senatrice – ma c’è bisogno di una sua evoluzione perchè sia adeguata ai nuovi bisogni che vengono dalla società che cambia”. Il vescovo Michele Fusco ha esaltato i valori della solidarietà e del senso di comunità che sono stati alla base della nascita della Repubblica e del periodo della ricostruzione del Paese, uscito distrutto, in senso materiale e morale, dalla seconda guerra mondiale. Il sindaco di Campo di Giove, Giovanni Di Mascio, ha esortato i giovani a riscoprire i valori della Costituzione, facendo eco al presidente regionale dell’Associazione nazionale Alpini, Pietro D’Alfonso, che ha invitato i giovani ad essere difensori di quella Carta costata sacrifici, sangue e lutti, di quanti hanno combattuto per la patria e per la libertà di tutti. In corteo le associazioni combattentistiche e d’Arma con una rappresentanza della Brigata Maiella insieme alle autorità si sono recate in piazza Tresca per la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, preceduti dalla fanfara alpina. Le penne nere, a conclusione del rito, hanno dato appuntamento alle giornate del 21, 22 e 23 giugno, quando a Sulmona saranno celebrati i 90 anni dell’Associazione Alpini, con il raduno regionale.