L’EX ASSESSORE QUERELATO DAL SINDACO: HO SOLO ESERCITATO DIRITTO DI OPINIONE E DI CRITICA

Conferma e rivendica, punto per punto, le dichiarazioni rilasciate contro il sindaco Annamaria Casini in un’intervista ad un giornale online locale, mostrando di non temere conseguenze dalla querela per diffamazione che il sindaco ha presentato nei suoi confronti. L’ex assessore comunale Cristian La Civita così reagisce alla notizia della querela, che dalla politica porta adesso lo scontro in sede giudiziaria. Lo stesso La Civita, che con il sindaco ebbe a scontrarsi sulla riorganizzazione della macchina comunale, precisa invece di aver ricevuto “da questa mattina numerosi attestati di stima e solidarietà da parte di tanti che hanno appreso increduli dalla stampa della denuncia per diffamazione” e tutti ringrazia. “In merito ai fatti, ritengo che l’iniziativa intrapresa ai miei danni non faccia che confermare la inadeguatezza del sindaco Casini al ruolo istituzionale che ricopre – continua La Civita – quanto alle frasi a me attribuite, ne confermo e rivendico il contenuto, in quanto espressione del mio sacrosanto diritto di opinione e di critica politica e, comunque, formulate in replica alle pesanti, gratuite e ingiuste critiche rivolte al mio operato, il giorno prima, in consiglio comunale, peraltro in mia assenza, dallo stesso sindaco Casini, ad oltre un mese dalla cessazione del mio incarico di assessore”. Infine La Civita tiene a precisare che la sua critica “era ed è riferibile sempre e soltanto all’operato di Annamaria Casini quale sindaco nell’esercizio delle sue funzioni e mai alla persona, sulla quale non avevo e non ho nulla da dire”. “Sono, pertanto, sereno, perché pienamente convinto di non aver commesso alcun reato e, al contempo, profondamente dispiaciuto ed addolorato perché la città di Sulmona meriterebbe, piuttosto, attenzione e risposte ai tanti, troppi problemi che non trovano, ad oggi, la benché minima ipotesi di soluzione” conclude l’ex assessore comunale.