VERBALE CONTESTATO SU ASSUNZIONI COGESA, AVVISO DI GARANZIA PER L’ASSESSORE MARIANI ED UNA DIPENDENTE

Due avvisi di garanzia per la vicenda delle assunzioni al Cogesa. La Procura della Repubblica di Sulmona ha notificato gli avvisi all’assessore comunale al Bilancio, Stefano Mariani e ad una dipendente della società, Vincenza Santarelli. L’ipotesi formulata dalla Procura è quella di falso. Al centro dell’inchiesta giudiziaria avviata dal sostituto procuratore della Repubblica, Stefano Iafolla, il verbale del 18 settembre 2018 della riunione del Comitato del controllo analogo del Cogesa che avrebbe dato il proprio assenso al concorso per le assunzioni di personale nel Cogesa, senza però deliberare al riguardo. Quel verbale infatti venne contestato duramente da sei sindaci, quelli di Pratola, Raiano, Anversa, Cansano, Pacentro e Campo di Giove, sostenendo che in esso si sarebbe parlato di una delibera del Comitato inesistente, smentendo quindi di aver autorizzato il concorso per le assunzioni. In risposta a quella dura presa di posizione dei sei sindaci l’amministratore unico del Cogesa, Vincenzo Margiotta, portò in Procura tutta la documentazione e quindi il verbale contestato. La seduta in questione tenuta dal Comitato del controllo analogo del Cogesa era presieduta proprio dall’assessore Stefano Mariani, delegato del sindaco Annamaria Casini. L’assessore Mariani si è detto tranquillo, precisando che quel verbale lui non l’ha nemmeno firmato.