LA LEGA ACCUSA IL SINDACO CASINI: I POSTI LETTO ALL’OSPEDALE LI HA TAGLIATI LEI

Torna ad infiammarsi la polemica sulle sorti dell’ospedale di Sulmona. La Lega infatti si dichiara in totale dissenso con il sindaco Annamaria Casini che nei giorni scorsi ha protestato per la decisione dell’Asl di cancellare sette posti letto nel nuovo ospedale dell’Annunziata e la Lega accusa Casini di aver approvato lei stessa quell’atto. “Dopo aver dimenticato per anni anche la semplice esistenza della nostra struttura il sindaco, lasciando nell’abbandono più totale i valorosi operatori che in condizioni talvolta impietose hanno portato avanti il loro lavoro, improvvisamente riappare in campo e, dall’alto della sua fallimentare esperienza amministrativa, indica all’assessore di riferimento e ad altri responsabili di settore la via da seguire, producendo una serie di cifre senza specificarne l’origine” attacca il coordinamento cittadino della Lega, invitando il sindaco stesso a pubblicare “anche il numero e il calendario delle visite effettuate nel nosocomio negli ultimi tre anni. O pensi piuttosto ad asfaltare l’ingresso del nuovo Distretto sanitario, per permetterne l’inaugurazione senza transenne o lavori in corso”. Inoltre la Lega ricorda che quattro dei posti letto in questione sono stati cancellati direttamente dal direttore generale dell’Asl, Tordera, nell’ultimo atto aziendale, che porta la data del 20 giugno 2018. “Atto questo approvato dal sindaco in quanto componente del Comitato ristretto dei sindaci della ASL1: e allora protesta oggi per un atto da lei stessa approvato?” accusa la Lega. “Il sindaco dovrebbe essere oggi cosciente che proprio nei trascorsi anni della sua amministrazione occorreva fare battaglia, invece di aderire alla politica del taglio e della depauperazione – insiste il coordinamento leghista – Basti pensare alla vergognosa delibera del consiglio Comunale del 28 luglio 2016, per capire come è stato trattato il tema della sanità peligna da questa amministrazione: merce di scambio”. “Ci si chiede pertanto cosa la spinga proprio ora a scrivere ai rappresentanti della sanità, forse le imminenti elezioni europee; comunque sia il suo inutile attivismo mediatico è perfettamente in linea con i risultati delle politiche fallimentari degli ultimi anni” aggiunge la Lega dichiarando invece che l’attuale giunta regionale sta volgendo attenzione alla sanità peligna ed entro breve sarà espletato il concorso per il reparto del Pronto Soccorso, a cui seguiranno altri atti per riportare l’ospedale dell’Annunziata al livello che gli compete. “Tutto questo attraverso un lavoro quotidiano che la Lega, attraverso i suoi rappresentanti, sta portando avanti con l’assessore Nicoletta Verì, senza proclami e senza inutili  comunicati stampa” conclude il coordinamento leghista.