MOVIDA TRANQUILLA IN VISTA DELL’ESTATE, VERTICE IN PREFETTURA

La prevenzione prima di tutto contro la movida estiva. E’ stato questo lo scopo del vertice tra il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, il tenente della Polizia locale, Maurizio Paolini, il prefetto Giuseppe Linardi e i vertici di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza. Il summit in prefettura si è svolto ieri pomeriggio all’Aquila. In particolare la situazione di degrado e di rischio di alcune zone del centro storico, segnalata dai residenti ed esercenti, è stata al centro della riunione. “Ho posto all’attenzione del prefetto e delle forze di polizia la situazione del centro storico – ha spiegato il sindaco – prefetto e forza di polizia hanno garantito, soprattutto in vista dell’estate quando si anima maggiormente la movida cittadina e c’è incremento turistico, di affrontare la situazione e valutare le più incisive forme di intervento di contrasto e prevenzione”. “Come amministrazione stiamo facendo la nostra parte e continueremo in questa direzione, per quanto è nelle nostre competenze e al massimo delle nostre possibilità, nel mettere in campo misure idonee a migliorare la sicurezza” ha continuato Casini ricordando che “è stato già riattivato il sistema di videosorveglianza cittadina esistente, rimettendo a regime, in pochi giorni, 11 telecamere,  partendo proprio dalle zone più sensibili, ad oggi già in grado di  consentire un’immediata acquisizione delle immagini da parte delle forze di polizia, così da agire anche in contrasto agli atti di vandalismo”. “Stiamo agendo anche sull’impianto di illuminazione pubblica cittadina, attraverso l’implementazione del contratto Consip, avviato già dallo scorso autunno, e stiamo svolgendo un lavoro in sinergia con la Polizia Locale, il cui organico sarà potenziato con il concorso per l’assunzione di 5 agenti, che vorremmo immettere in servizio già quest’estate” ha concluso Casini, ringraziando il prefetto Linardi “per aver convocato rapidamente questa importante riunione tecnica interforze, confidando nel fatto che questi sforzi possano da subito portare risultati positivi fungendo da deterrente anche contro degrado e atti di vandalismo”.


Il tuo commento