BIBLIOTECA CAPOGRASSI ED EDIFICIO APC, DUE ANNI E MEZZO PER I LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO

Ci vorranno almeno due anni e mezzo per i lavori di adeguamento sismico del palazzo Portoghesi, sede dell’Agenzia di Promozione Culturale e della biblioteca Capograssi, in piazza Venezuela, chiusa da due anni. E’ questa la sostanza della risposa data ieri nell’Emiciclo regionale dall’assessore alla Cultura Guido Liris, all’interpellanza presentata dal consigliere regionale Giorgio Fedele (M5S). “Stante lo stato avanzato dell’iter avviato appare conveniente proseguire su questa strada. Solo qualora questo percorso dovesse subire ritardi significativi, ad oggi non prevedibili, sarà valutata la possibilità di reperire risorse all’interno del Consiglio regionale”. Totalmente insoddisfatto della risposta dell’assessore Liris si è dichiarato l’esponente pentastellato. “Voglio invitare l’assessore Liris e tutta la maggioranza a smettere di parlare di cultura, come successo per tutta la campagna elettorale, ma a fare cultura” ha detto Fedele, invitando i consiglieri regionali sulmonesi Marianna Scoccia e Antonietta La Porta a pronunciarsi anche loro sul caso della Biblioteca e dell’edificio Apc. “Vorrei conoscere l’opinione dei consiglieri di maggioranza sulmonesi Scoccia e La Porta al riguardo e se sono concordi con la posizione presa – ha concluso Fedele – Io continuerò a chiedere conto alla Giunta e a informare i cittadini, che non meritano di subire un’altra beffa dopo quanto accaduto con la giunta D’Alfonso. Sta alla sensibilità di ognuno di noi dare giudizi sulla vicenda, ma io ritengo che ci troviamo davanti a un’occasione persa”.



Il tuo commento