DODICI LAVORATORI IN NERO SCOVATI DALLE FIAMME GIALLE DI POPOLI IN VAL PESCARA

Dodici lavoratori in nero, impiegati in diverse attività e imprese della Val Pescara, sono stati scovati dalla Guardia di Finanza della Tenenza di Popoli. Tre donne sono state individuate mentre svolgevano intrattenimento in un night club. Altri quattro lavoratori in nero erano impiegati in esercizi di ristorazione e vendita al dettaglio di prodotti alimentari, in un salone per parrucchiere, in un’officina meccanica, in un negozio di abbigliamento, in un bar e in una falegnameria. A dieci, tra le diciotto attività controllate, sono state contestate violazioni per le quali è stata avviata la procedura di irrogazione della cosiddetta “maxi-sanzione”, da un minimo di 1800 euro a un massimo di 10.800 euro. Per un’attività è stato richiesto, all’Ispettorato Territoriale del Lavoro, il provvedimento di sospensione dell’attività per aver impiegato manodopera irregolare in misura superiore al 20% del totale dei lavoratori regolarmente assunti. In un caso sono state irrogate sanzioni anche in relazione all’omessa tracciabilità delle retribuzioni e omessa consegna dei prospetti paga relativamente a un lavoratore regolare