DISSIDENTI PD: IL VALZER SULLE SCUOLE SEGNO DI UNA MAGGIORANZA CHE PORTA LA CITTA’ A MORTE CERTA

“La voce torni ai cittadini, sperando che abbiano ancora voglia di farla sentire”. Invocano di nuovo il ricorso anticipato alle urne per l’elezione di un nuovo sindaco e di un nuovo consiglio comunale i cinque ex componenti dell’esecutivo del circolo Pd: Carlo Piccone, Antonella Fiordi, Teodoro Marini, Pamela Della Sabina ed Eva D’Alberto. La protesta contro l’accordo Pd-Casini, che ha dato vita alla nuova giunta, prende le mosse questa volta dal “valzer tra Comune e ufficio di Fossa per quanto concerne la messa in sicurezza degli edifici scolastici, un ballo stancante di chi non sa risolvere il problema e continua a mettere “pezze” sulla pelle di alunni e genitori, il tutto per tirare “a campare”, non si sa per quando”. “La città necessita di decisioni serie, rapide, inequivocabili, non di una maggioranza arroccata sulle proprie posizioni, aggravando ancora di più una situazione già fin troppo pesante” sostengono i dissidenti Pd. “Ormai la realtà è chiara a tutti: una maggioranza di salute pubblica che invece di curare, sta ormai portando la città guida del territorio a morte certa”.