PROTESTANO LE MAMME DEGLI ALUNNI DELLA MASCIANGIOLI: I LAVORI NON PARTONO, L’EDIFICIO A PEZZI

Protesta questa mattina davanti ai cancelli della scuola elementare Masciangioli, chiusi da tre anni, con sopralluogo delle mamme. Il cantiere, per i lavori di messa in sicurezza dell’edificio non è ancora aperto ed il ritardo è prolungato adesso dalla trattativa in corso tra il Comune e la ditta incaricata dei lavori che chiede la revisione dei prezzi, a causa del tempo trascorso tra l’aggiudicazione dell’appalto e i lavori da avviare. La somma richiesta dalla ditta per sanare la situazione è di 700mila euro. Le mamme chiederanno già per domani un incontro al sindaco Annamaria Casini, oggi impegnata nell’Ufficio ricostruzione di Fossa con l’assessore Mauro Tirimacco. A Fossa sindaco e assessore sono andati proprio per sbloccare i lavori nelle scuole cittadine, a cominciare dal caso altrettanto grave del Liceo Classico. “Le condizioni dell’edificio sono penose, il deterioramento della struttura è molto grave” ha detto Rossella Del Monte, figlia dell’insegnante Masciangioli, cui è intitolata la scuola e portavoce delle mamme. Intanto domani, martedì 7 maggio, a palazzo S.Francesco si terrà un vertice tecnico nel quale l’amministrazione comunale dovrà uscire con una proposta precisa alla ditta, puntando ad arrivare in tempi rapidi alla definizione della trattativa indispensabile all’avvio dei lavori alla “Masciangioli”.