73 ANNI FA NASCEVA LA VESPA, LO SCOOTER CREATO DAL POPOLESE CORRADINO D’ASCANIO

Era il 23 aprile 1946, 73 anni fa, il giorno che venne depositato il brevetto della Vespa. Quel giorno nessuno avrebbe immaginato che il “motoscooter” sarebbe diventato un mito mondiale, immortalato anche nella cinematografia, a cominciare dal film “Vacanze romane”. A progettare il mitico motoscooter, che avrebbe segnato diverse generazioni, fu l’abruzzese Corradino D’Ascanio, nativo di Popoli, ingegnere aeronautico, che realizzò anche il primo elicottero moderno. Nel 1945 la Piaggio aveva già costruito una mezza vespa chiamata Paperino, che però non ebbe buon risultato. Enrico Piaggio, a quel punto, ebbe una pensata: “Per fare qualcosa di nuovo ci vuole qualcuno che non abbia mai progettato una motocicletta, meglio ancora se abruzzese”…Ed ecco il popolese D’Ascanio, che subito si dedicò al progetto indicato da Piaggio, che sarebbe risultato rivoluzionario. Sfruttando le sue conoscenze aeronautiche creò una moto priva di struttura tubolare in acciaio e priva di tunnel centrale. Adottò una sospensione anteriore ispirata a quella dei carrelli per aerei e implementò un motore concettualmente derivato dai motori d’accensione aeronautici. Spostò inoltre il cambio sul manubrio. La Vespa era nata.