MADONNA CHE SCAPPA IN PIAZZA, DALLA CORSA ARRIVANO BUONI PRESAGI (Video)

di Annalisa Civitareale

Non c’è Pasqua a Sulmona senza Madonna che scappa in piazza. I sulmonesi lo sanno bene che non si tratta di retorica. Visitatori e turisti che vi abbiano assistito anche una sola volta avranno già capito che non è solo un modo di dire. C’è attesa, c’è speranza, c’è preghiera intorno a quella manciata di secondi che separa, o meglio unisce, la vergine al Figlio Risorto. Sentimenti tutti ben vivi questa mattina in piazza Garibaldi, quando, a mezzogiorno, è tornato a ripetersi quel rito di cui è custode la confraternita della Madonna di Loreto. Protagonisti della corsa quest’anno sono stati Fabrizio Centracchio, Fabrizio Litigante, Domenico GIovannucci e Davide Cirstersiense, sotto la giovane, ma sapiente guida di Andrea Rapone. Una corsa bellissima, di quelle che lasciano presagire un buon anno per la città di Sulmona e la sua comunità, come tradizione popolare vuole. Le lacrime, gli abbracci e le strette di mano dei confratelli al termine della corsa, sotto l’acquedotto, ai piedi del Cristo, ben sintetizzano l’emozione e la fede racchiusi nel rito della Pasqua sulmonese. “È una gioia grandissima aver accompagnato la madonna verso Cristo risorto“, ha affermato Domenico Giovannucci al termine della corsa. “ questa era la mia quarta volta, ma ogni volta è sempre una grande emozione“. Le celebrazioni pasquali in piazza Garibaldi sono iniziate alle 11, con la messa officiata dal vescovo, monsignor Michele Fusco. “È sempre un’emozione profonda vedere l’impegno di questi confratelli che, con tanta intensità, vivono questo momento“, ha commentato il presule, dopo la corsa. “Questo momento esprime la loro fede nell’andare incontro Gesù risorto insieme a Maria che rappresenta tutta l’umanità che cerca incontra Gesù che porta speranza nella nostra vita. Questo correre dovremmo viverlo tutti giorni nell’andare incontro ai nostri fratelli che rappresentano il nostro Cristo vivente nella comunità“. Migliaia di persone, Come ogni anno, hanno assistito alla sacra rappresentazione, occupando ignaro di piazza Garibaldi, grazie balcone alla ricerca della visuale migliore. Tra le tante autorità, la senatrice Gabriella di Girolamo, la sindaca, Annamaria Casini e la presidente il consiglio comunale, Katia Di Marzio. Tra i presenti anche la signora Giuseppina Patriarca, 103 anni, aquilana, ma trasferita si a Sulmona dopo il terremoto di 10 anni fa. Per lei i saluti del vescovo Fusco e della sindaca Casini che, al termine della manifestazione, ha augurato “buona Pasqua tutti i sulmonesi e ai tanti turisti che ogni anno vivono insieme a noi questa gioiosa corsa simbolo di speranza“. Molto soddisfatti del buon andamento della costa tutti i confratelli lauretani, “Un momento di grande gioia“, ha commentato il presente la confraternita la Madonna di Loreto, Pietro Ciccarelli, “e questo anche grazie la precisa e puntuale preparazione di questo lieto evento da parte della Confraternita. Si conclude una settimana intensa, di preghiera, di impegno, di passione che corona gli sforzi che si fanno durante tutto l’anno per arrivare poi puntuali a questo giorno di gloria e di festa”.

Il tuo commento