“ALL’IMBRUNIRE” LA PROCESSIONE TRINITARIA DEL CRISTO MORTO

Ultime ore di attesa per la processione del Cristo Morto, tradizione gelosamente custodita dall’arciconfraternita trinitaria che si rinnoverà questa sera. Il mesto corteo in saio rosso e con il tipico “struscio” penitenziale si avvierà dalla chiesa della SS.Trinità intorno alle 20, come tradizione vuole, “all’imbrunire”. La processione sarà aperta dalla grande croce vellutata cremisi, il “Tronco”, al centro del quadrato d’onore dei lampioni. Seguirà il coro dell’arciconfraternita con oltre cento cantori, che accompagnati da un gruppo strumentale, eseguirà i brani del Miserere musicati dal compositore aquilano Raffaele Scotti. Alle spalle del coro appariranno la Bara del Cristo Morto, adagiata su un catafalco con manto in velluto, opera di scuola napoletana risalente come il Tronco al 1750 e la statua dell’Addolorata, portate a spalla dai sacristani d’onore trinitari. Chiuderanno la processione il vescovo Michele Fusco accompagnato dai dirigenti dell’arciconfraternita e da altri confratelli unitamente alle autorità civili e militari. I momenti più suggestivi della processione, dopo l’uscita che suscita sempre emozioni, sono sicuramente il passaggio davanti alla chiesa e palazzo dell’Annunziata e l’approdo in piazza Garibaldi, dove avviene il simbolico scambio delle mansioni con i confratelli di S.Maria di Loreto, in mozzetta verde e tunica bianca, l’arrivo davanti alla chiesa di S.Maria della Tomba e quindi il lungo rientro attraverso corso Ovidio. La processione, nel suo lento snodarsi lungo le vie del centro sarà affidata alla guida dei mazzieri Sandro Venti, Bruno Spagnoli, Giuseppe Fuggetta, Salvatore Venti, Lucio Silvestri e Massimo Giorgi Piccirilli. Portatori del “Tronco” saranno Tonino Marinucci, Danilo Cinotti e Giuseppe Colangelo. La Bara sarà portata da Antonio Cacace, Giovanni Malvestuto, Fabrizio Valente, Marco Turchetti, Pierfrancesco Carrozza, Arnaldo Polce, Daniele Colangelo e Paolo Casciani. All’Addolorata saranno , Francesco Di Clemente, Pasquale Di Bacco, Flavio De Filippo, Mario De Capite, Angelo Trovarelli, Cosimo Aquaro, Sergio Presutti e Mattia Di Cristofaro. Prima del rientro della processione in chiesa, davanti all’Annunziata, il vescovo Fusco pronuncerà una breve meditazione ed una preghiera finale.



Il tuo commento