SCUOLE SICURE: ANCORA FERMA LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

La messa in sicurezza delle scuole cittadine resta ancora ferma e il comitato “Scuole sicure” torna a chiedere lo sblocco della situazione, che dura da anni. “I soldi ci sono ma non è stato ancora avviato nemmeno un cantiere né dopo il terremoto dell’Aquila nè dopo quello di Amatrice – protesta il comitato – eppure l’area peligna è un territorio ad elevato rischio sismico”. Il comitato torna ad esprimere preoccupazione per le sorti degli alunni e studenti delle scuole cittadine. Al contrario di Sulmona i comuni del comprensorio si stanno muovendo già da tempo e la messa in sicurezza di tanti edifici scolastici è stata avviata o addirittura completata. Esempi sono quelli di centri come Raiano, Pettorano e Goriano Sicoli e prossimamente avranno scuole sicure anche Pratola Peligna e Pacentro. “A Sulmona sono fermi invece scuole materne, scuole elementari, quasi tutte le scuole medie e gli istituti superiori – ricorda il comitato – i casi più eclatanti sono quelli del Liceo classico, in attesa di tornare nella sede storica e del liceo scientifico in attesa di una nuova valutazione di vulnerabilità su parti della struttura non sicure e chiuse dal dirigente scolastico”. Il comitato torna a ricordare quanto affermato durante il convegno sul sisma tenuto nell’aula magna del Liceo Fermi alla presenza dei genitori dei bambini di S.Giuliano di Puglia e di esperti in fatto di prevenzione sismica e protezione civile. Sono state fatte raccomandazioni pressanti sulla prevenzione e messa in sicurezza delle scuole. “Quelle parole e quegli appelli non cadano nel vuoto, ne va della sorte di tanti bambini e giovani” conclude il comitato.



Il tuo commento