ONORIFICENZA AL COMUNE DI PRATOLA IN MEMORIA DELL’ANTIFASCISTA VITTORIO MONDAZZI

Una medaglia di bronzo al valor militare per ricordare Vittorio Mondazzi, militare di leva, nato a Pratola Peligna ne 1913 e protagonista della lotta di liberazione dall’oppressione del nazifascismo. La medaglia sarà consegnata il prossimo 24 aprile, vigilia della Festa di Liberazione e commemorazione della Resistenza contro la dittatura nazifascista, sarà consegnata dal ministro della Difesa Elisabetta Trenta ad una rappresentanza del Comune di Pratola Peligna. La cerimonia di consegna dell’onorificenza “in memoria” del concittadino pratolano si terrà a Roma, nella sede del Centro Alti Studi della Difesa in piazza della Rovere, a partire dalle 11.”Militare di leva, colto dall’armistizio in terra straniera veniva catturato e internato dai nazifascisti, avendo fieramente rifiutato il loro invito ad arruolarsi. Rilasciato dopo mesi di durissime sofferenze, gravemente menomato nel fisico, nonostante avesse contratto una serissima infermità rinunciava al rientro in Patria e aderiva entusiasticamente alla lotta partigiana, incurante dell’aggravarsi delle proprie condizioni di salute. Incaricato dell’assistenza ai feriti sul campo, durante un trasporto di materiale sanitario veniva mortalmente colpito da un vile agguato nemico, nel generoso tentativo di salvare alcuni commilitoni. Mirabile esempio di attaccamento al dovere e di incondizionata abnegazione spinti fino all’estremo sacrificio”: questa la motivazione della decorazione alla memoria di Vittorio Mondazzi che sarà attribuita al Comune di nascita, in mancanza dei congiunti prossimi. “Parteciperemo con grande orgoglio a questa cerimonia del ministero della Difesa – sottolinea il sindaco di Pratola, Antonella Di Nino – per ricordare la figura di un nostro concittadino e il suo sacrificio per gli ideali della democrazia e della libertà”.


Il tuo commento