STRADA SANNITE, AL VIA I LAVORI CONTRO IL RISCHIO DI CADUTA MASSI

Saranno eseguiti dall’impresa edile e stradale Vittorino Gentile, con sede in Rieti, i lavori di mitigazione del rischio di caduta massi lungo la Strada regionale Sannite 479, nel tratto che attraversa il territorio di Villalago. I lavori sono stati affidati questa mattina, alla presenza del Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, il Sindaco di Villalago, Fernando Gatta, il vice Sindaco di Scanno, Giuseppe Marone, il dirigente alla viabilità della Provincia, Ing. Nicolino D’Amicoe il funzionario d’area, ingegnere Monica Cirasa, il direttore dei lavori e l’impresa. Finanziati con un’ordinanza del capo della protezione civile, i lavori hanno un importo contrattuale di 160.331,20 euro.  Sulla stessa strada “Sannite”, sono stati affidati qualche giorno fa, in un  tratto del Comune di Anversa degli Abruzzi, lavori di sistemazione delle pendici rocciose e mitigazione del rischio  caduta massi. L’importo di aggiudicazione è stato pari a  113.823,25 euro e la ditta esecutrice sarà l’impresa D’Agaro s.r.l. di Prato Carnico (Udine). “Un risultato importante – ha commentato il consigliere delegato alla viabilitàGianluca Alfonsi -che premia il lavoro e l’impegno della commissione viabilità che approvò i progetti nell’ottobre dello scorso anno e affronta concretamente la problematica di questa importante arteria stradale con provvedimenti tesi alla salvaguardia e sicurezza degli abitanti della valle del Sagittario e l’Alto Sangro., Riconsegnare alcuni tratti in sicurezza di questa carrabile, alle porte della prossima stagione estiva,  significa dare certezze agli operatori economici che vivono e lavorano in questa porzione d’Abruzzo ma, soprattutto,  sostegno allo sviluppo delle aree interne”. Il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, esprimendo piena soddisfazione per l’inizio dei lavori ha sottolineato come la sua amministrazione abbia “concentrato l’attenzione su una carrabile di straordinaria bellezza, ma di grande complessità a causa delle numerose criticità che presenta lungo i suoi 60 chilometri”. “La Sannite è la  porta di accesso al Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise e viene percorsa ogni anno da centinaia di migliaia di turisti e residenti, una strada che ha bisogno di continua attenzione e manutenzione, motivo per cui questa amministrazione ha intrapreso il percorso per ottenere la statalizzazione in affidamento all’Anas, che dispone di risorse e mezzi superiori al nostro Ente, al fine di garantire una maggiore sicurezza e percorribilità” ha concluso Caruso.