ERASMUS, STUDENTI DI CINQUE PAESI EUROPEI OSPITI A SULMONA PER UNA SETTIMANA (video)

Sono una cinquantina gli studenti italiani, francesi, portoghesi, romeni e bulgari, partecipanti al progetto Erasmus, che si conclude in questi giorni a Sulmona, finalizzato alla conoscenza delle lingue e culture dei Paesi d’Europa, come mezzo utile a rafforzare l’unità europea e rimedio all’euroscetticismo e alle recenti spinte sovraniste. L’assessore alla Cultura, Manuela Cozzi, accogliendo gli studenti nell’aula consiliare ha sottolineato l’importanza dell’incontro tra diversi Paesi e culture, per stimolare l’unità attraverso le peculiarità di ogni lingua e cultura. Il progetto, come ha sottolineato Caterina Fantauzzi, dirigente del Polo Umanistico di Sulmona, è stato avviato due anni fa e mira attraverso una comune esperienza tra studenti provenienti da diversi Paesi europei a far crescere in ogni campo una cultura comunitaria. Oggi gli studenti sono in visita in città e venerdi saranno all’eremo di S.Onofrio. Mercoledi invece saranno protagonisti di un esperimento originale. Nell’aula del Tribunale di Sulmona infatti saranno loro, pronti con le loro arringhe difensive, ad essere attori di un processo simulato davanti ai giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, organo di giustizia, istituito nel 1959, per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.



Il tuo commento