VIADOTTI A24-A25: CASO DEI FONDI IN PARLAMENTO E SU TAVOLO DEL MEF

Il caso dei fondi per la messa in sicurezza dei viadotti delle autostrade abruzzesi sarà portato in Parlamento e già domani sarà sul tavolo del ministro dell’Economia e Finanze, Giovanni Tria. Ad annunciare battaglia, dopo il deputato Stefania Pezzopane è anche il deputato Camillo D’Alessandro, anche lui del gruppo Pd.“Porterò il caso in aula ed andrò personalmente, già da domani, al ministero – fa sapere D’Alessandro – fino a quando il direttore generale del Mef non mi riceve e mi spieghi come sia stato possibile sottrarre quelle somme, se vi è stata a monte una deliberazione Cipe che ha riprogrammato il Fondo di Sviluppo e Coesione, se lo stesso fondo è stato rimpinguato per le Regioni del Sud, tale da rispettare la regola 80-20, dove si prendono le risorse sottratte”. “Con il precedente Governo nazionale avevamo stanziato 192 milioni di euro –  precisa il deputato del – a valere sui Fondi di Coesione e Sviluppo che con il Decreto Genova avevano opportunamente deciso di anticipare la disponibilità al 2019″. “Parte di quei fondi, oltre 80 milioni di Euro, usati per il Ponte Morandi, non ci sono più – conclude – non contesto la destinazione, ma il dilettantismo che fa danni incalcolabili. Hanno fatto un Decreto Genova per poi trovarsi a non avere nè i soldi per Genova, nè per l’emergenza Abruzzo perché di questo si tratta”.