“TRATTIENI IL RESPIRO”, ECCO IL TERZO ROMANZO DEL SULMONESE DE SANTIS

E’ attesa per sabato prossimo 6 aprile, alle 17, la presentazione della nuova fatica letteraria di Mario De Santis, “Trattieni il respiro”. Le tradizioni e i legami familiari, la partenza per motivi di lavoro verso il nord, ma soprattutto i ricordi di una terra bella e unica come quella di Sulmona sono gli argomenti che danno sostanza e vita all’opera, edita dalla BookSprint Edizioni e disponibile nel classico formato della brochure cartacea- Il romanzo  affronta la diatriba passato-presente, riuscendo ad indagare e penetrare i moti dell’animo tra nostalgia, aspettative e riflessioni. La trama si svolge negli anni Settanta, a Sulmona. Roberto è un giovane che ha appena terminato gli studi universitari nella facoltà di Ingegneria. Ha tanti sogni per il futuro e un ottimo curriculum scolastico gli apre le porte per un lavoro in una prestigiosa azienda di Milano. Con molte difficoltà, soprattutto per la sofferenza di vivere lontano da Paola e Sandro, i genitori a cui è molto legato, dovrà decidere se percorrere una strada ardua e impervia come quella di ogni emigrato, o rifugiarsi nella calma della routine e rinunciare ad aprire i cassetti dei suoi sogni. Ma ad attenderlo ci sarà ben più di una sorpresa. Il volume, 216 pagine, si caratterizza per una narrazione semplice ed immediata, che arriva dritta al cuore del lettore, che si sente attratto e coinvolto direttamente nei dubbi e nelle incertezze di Roberto, finendo per parteggiare per l’ingegnere sin dalle prime battute della narrazione. L’omaggio a Sulmona, terra d’origine dell’autore,fa poi da sfondo all’intera vicenda, che si dipana come un romanzo d’altri tempi, con leggiadria e nostalgia, e con un’interiorizzazione dei personaggi degna di uno scrittore a tutto tondo. Nato a Sulmona,  nel marzo del 1950, Mario De Santis  è stato insegnante di Educazione Fisica per 37 anni. Sposato con Anna Maria e padre di Pilar e Giuseppe, negli ultimi anni ha dato maggiore spazio alla sua passione per la scrittura, tanto che “Trattieni il respiro” è il suo terzo romanzo.In precedenza, sempre per la BookSprint Edizioni, ha infatti pubblicato “L’angelo dai riccioli d’oro” (2011, 84 pagine), racconto tratto da una storia vera in cui narra l’incontro con un angelo con capelli biondi e occhi azzurri, edito anche nel 2015 in lingua inglese con il titolo “The angel with the golden curls”, e “In quei momenti”(2015, 168 pagine), miscellanea di scritti che raccontano frammenti di vita, attimi rubati a un tempo che va sempre troppo di fretta. L’appuntamento di sabato è fissato nella sala convegni del Liceo scientifico Fermi. Interverranno Domenico Taglieri, presidente della società di scopo della Carispaq, Emanuela Pasquali, presidente della sezione Anffas di Sulmona, Italia Gualtieri, operatrice dell’Agenzia di promozione culturale, Manuela Cozzi, assessore comunale alla Cultura, Pasquale Di Giannantonio che si alternerà nella lettura di brani del romanzo con le musiche proposte da Andrea Tirimacco e Pino D’Agostino. Coordinerà il convegno Renato Di Cato. Il ricavato della vendita del libro sarà interamente devoluto all’associazione Anffas.