SCONTRO SULLA GESTIONE RIFIUTI IN AULA, TIRABASSI: LA CITTA’ E’ SPORCA

E’ scontro in Consiglio comunale sulla gestione dei rifiuti. Il consigliere comunale Mauro Tirabassi, ex assessore comunale del settore, ha attaccato l’amministrazione comunale ed il Cogesa, sostenendo che ultimamente la città appare sporca. “A fronte della crescita della raccolta differenziata e della riduzione della Tari, che sicuramente sono segnali positivi va detto però che la città appare in più punti trascurata – ha protestato Tirabassi – inoltre anche la campagna di sensibilizzazione dei cittadini, perché il senso civico contribuisca a tenere pulita la città, va fatta in modo migliore”. “E poi non si possono lavare strade e piazze tenendo le auto in sosta in quegli spazi con la spazzatrice che riesce a fare il suo lavoro solo a metà” ha continuato Tirabassi. Infine il capogruppo di Alleanza per Sulmona, all’unisono con il capogruppo di Avanti Sulmona, Fabio Pingue, ha sollecitato un rapporto più chiaro tra Comune e Cogesa. In particolare Tirabassi ha sollevato di nuovo il problema dell’affidamento in house del servizio rifiuti ricordando le sentenze di Corte di Giustizia e Consiglio di Stato che hanno bocciato quell’affidamento. “Quelle sentenze non annullano l’atto dell’affidamento” ha replicato l’assessore Mariani che invece ha posto in evidenza come il Cogesa abbia rafforzato il proprio servizio e che nel prossimo futuro accrescerà anche spazzamento e lavaggio delle strade cittadine e delle frazioni, con l’assunzione di nuovo personale. In apertura di seduta lo stesso Tirabassi ha annunciato che la sua domanda di attualità sulle funzioni di comandante della Polizia Locale attribuite a Leonardo Mercurio resta in attesa di risposta, come chiesto dal sindaco Annamaria Casini, perché gli uffici comunali stanno concludendo il lavoro di ricerca delle informazioni indispensabili a fornire una risposta sul caso. Mercurio, passato da capitano a maggiore, ha assunto il comando dallo scorso 1°marzo ma Tirabassi con i consiglieri Elisabetta Bianchi e Fabio Ranalli chiedono delucidazioni sulla vicenda. Infine la seduta è stata impegnata dalle domande di attualità del consigliere Bianchi sull’assenza del sindaco alla conferenza dei servizi per la collocazione delle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria a proposito di centrale Snam. Come già precisato nei giorni scorsi il sindaco ha ribadito che il Comune in quella sede come altrove ha fatto sempre la sua parte ed ha anzi sollecitato i gruppi consiliari e le istituzioni del territorio ad unirsi per avviare un dialogo proficuo con il ministro dell’Ambiente, Costa e con la Regione. Ultima domanda d’attualità ha riguardato il caso del travertino collocato in piazza XX Settembre. Gli assessori Luigi Biagi e Mauro Tirimacco hanno precisato che il direttore dei lavori e il responsabile del procedimento non hanno ritenuto di sospendere i lavori e che comunque le pietre tolte non sono antiche. Per il prossimo futuro su proposta di Biagi verrà istituita una commissione speciale per vigilare su tutte le opere che si svolgono in centro storico.