TRIBUNALE, TAVOLO TECNICO PER LEGGE REVISIONE CIRCOSCRIZIONI GIUDIZIARIE

Sarà attivato un tavolo tecnico tra parlamentari, consiglieri regionali, istituzioni del territorio e ordine forense per arrivare ad un disegno di legge di salvaguardia dei tribunali cosiddetti minori. E’ quanto concluso nell’incontro, convocato dal consiglio dell’ordine forense, che si è svolto questa mattina, al terzo piano di palazzo di Giustizia e al quale hanno preso parte il presidente del Tribunale, Giorgio Di Benedetto, la senatrice Gabriella Di Girolamo, il sindaco di Sulmona e gli altri sindaci del territorio, il presidente della Provincia, Angelo Caruso e i rappresentanti dell’ordine degli avvocati di Sulmona. “Accolgo e sostengo la proposta di realizzare un tavolo tecnico politico per impostare un disegno di legge sulla salvaguardia dei piccoli tribunali – ha commentato il sindaco Annamaria Casini – è importante poter interloquire immediatamente con il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, attraverso la senatrice sulmonese Di Girolamo, sottolineando come il nostro sia un territorio particolare, ampio e montano, con determinate caratteristiche orografiche che non permettono di adottare gli stessi criteri perequativi basati sul numero di abitanti, in quanto si rischia spopolamento e mortificazione”. “Il tavolo tecnico da attivare è sicuramente un punto di partenza di estrema importanza – ha spiegato la senatrice pentastellata – dal tavolo verrà una proposta di revisione delle circoscrizioni giudiziarie che vada oltre l’Abruzzo stesso e sia di beneficio per tutti”. “La Regione riprenda in mano questa situazione, con proposte concrete e coraggiose – ha aggiunto il consigliere comunale Elisabetta Bianchi – a cominciare dalla soluzione della contraddizione della prossimità degli uffici giudiziari di Pescara e Chieti e dall’applicazione della normativa riguardante la pianta organica degli uffici giudiziari soppressi, nella tutela dei diritti dei lavoratori e per rendere un buon servizio di amministrazione della giustizia”. Nell’incontro di questa mattina è stato fatto anche il punto sui lavori della Commissione regionale contro la chiusura dei tribunali abruzzesi. “Ad oggi le ragioni per la salvaguardia del tribunale di Sulmona sono state ben rappresentate in tutte le sedi e gli organi superiori adesso hanno a disposizione tutti gli elementi per esprimere una volontà politica chiara e definitiva. Questo è l’unico territorio che si è contraddistinto per essersi posto in maniera costruttiva presentando una proposta, senza voler interagire in maniera divisoria ed esclusiva – ha concluso il sindaco Casini – Ho proposto sia un’assemblea pubblica, per presentare ai cittadini le forti ragioni del mantenimento dei tribunali minori e fare chiarezza sulle potenzialità di un diverso modo di intendere l’organizzazione giudiziaria, sia di sollecitare la Regione che oggi ha una nuova giunta ad esprimere una posizione chiara ed univoca, nonché di conoscere come il Governo stia portando avanti la riforma, al fine di poter collaborare in modo fattivo a tutti i livelli”.