LA MUSICA DI DE ANDRE’ PER ROBERTA ZAVARELLA, VITTIMA SULMONESE DEL SISMA DELL’AQUILA

Un’intera giornata, quella del prossimo 6 aprile, sarà dedicata al decennale del terremoto dell’Aquila e a Roberta Zavarella, sulmonese, studentessa universitaria nella facoltà di Ingegneria, che perse la vita appena venticinquenne, quella terribile notte, nella sua abitazione nel capoluogo abruzzese devastato. Momento culminante della giornata sarà il concerto di Antonello Persico, al Teatro Caniglia, alle 21.30. L’incasso della serata sarà devoluto al reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Sulmona. Persico è chirurgo pediatra nell’ospedale di Pescara e appassionato del cantautore genovese Fabrizio De Andrè fin da ragazzo. Da anni con la sua band gira l’Abruzzo e altre regioni per concerti di beneficenza in favore di bambini colpiti da gravi malattie. La giornata dedicata al ricordo di Roberta si aprirà alle 11 con  l’incontro della famiglia con studenti, cittadini ed istituzioni nell’aula consiliare del Comune di Sulmona. Alle 12 un simbolico lancio di palloncini dal cortile di palazzo S.Francesco concluderà l’incontro. L’organizzazione della giornata per Roberta è stata curata dal comitato “Insieme nel ricordo di Roberta” e dal Nomadi Fans Club di Sulmona. “E’ importante ricordare quei drammatici eventi e non dimenticare una nostra concittadina, una giovane dalla condotta esemplare, che in quel terribile sisma ha perso la vita” hanno sottolineato l’assessore alla Cultura, Manuela Cozzi e il consigliere comunale Andrea Ramunno, che si è particolarmente dedicato all’organizzazione della giornata. “Ringrazio quanti si sono adoperati per ricordare Roberta, soprattutto è bello e significativo che a ricordarla siano i giovani, è un fatto che ci dà coraggio” ha detto Fiorentina, sorella di Roberta. “Roberta era una ragazza esemplare, per la sua umiltà, la sua dedizione a valori come quelli dei legami familiari e dello studio, una ragazza che non amava stare in prima fila ma preferiva agire in silenzio, con la riservatezza che sempre la distingueva” hanno ricordato Silvia Iafolla, sua intima amica e Roberta Di Censo, del comitato nato per Roberta. “Altre iniziative verranno in ricordo di Roberta, come un’opera da collocare in un parco giochi cittadino e altre che annunceremo a suo tempo” ha concluso Di Censo.