AL MARESCIALLO DI RUSCIO (NAS) LA MEDAGLIA D’ORO DELL’ARMA DEI CARABINIERI

Ha trascorso trentuno anni nell’Arma dei Carabinieri e gran parte del servizio lo ha svolto nei reparti Nas, come ispettore sanitario. Per il valore dimostrato nella lunga carriera in divisa il maresciallo sulmonese Carlo Di Ruscio, congedatosi dall’Arma due anni fa, è stato insignito della medaglia d’oro. Il Comando generale dei Carabinieri con questo riconoscimento ha espresso gratitudine per una carriera segnata sempre da comportamento limpido, adempimento del dovere, dedizione instancabile all’Arma e impegno assiduo nei ruoli rivestiti nel servizio quotidiano. Innumerevoli sono le operazioni portate a termine dal maresciallo Di Ruscio, conseguendo importanti risultati a tutela delle persone e delle leggi. La carriera del sottufficiale sulmonese è iniziata a Valdagno, in provincia di Vicenza, raggiungendo l’apice nei Nas di Milano e poi di Pescara, agendo soprattutto nel campo della prevenzione di frodi alimentari, farmaceutiche e farmaco-veterinarie. “Sono io riconoscente e grato al comando generale dell’arma che mi ha voluto onorare di questa medaglia – ha commentato il maresciallo Di Ruscio – ho trascorso anni importanti nell’arma che ho servito con passione e dedizione di ogni giorno e per me sono anni indimenticabili e del servizio svolto e delle tante esperienze fatte con i carabinieri sarò sempre fiero”.