COGESA, I SINDACI SI DIFENDONO: BILANCIO MAI LETTO NON POTEVAMO VOTARLO

“Abbiamo scelto di fatto di abbandonare la seduta del Comitato di Controllo Analogo del Cogesa convocata ieri, perché non ci si può chiedere di votare il bilancio di previsione 2019 che era all’ordine del giorno senza aver preso visione dello stesso”. Così i sindaci di Pratola, Pacentro, Cansano, Raiano, Villalago, Pescocostanzo e il vice sindaco di Campo di Giove motivano l’abbandono della seduta del Comitato di controllo analogo del Cogesa, che ieri avrebbe esaminato anche la proposta di stabilizzazione di 42 lavoratori precari dell’azienda della società. “Il documento contabile, infatti, non ci è stato mai trasmesso e questo lede un diritto sacrosanto in capo ai sindaci soci della partecipata. Per questo motivo, una chiara omissione del presidente del Comitato di Controllo, è mancato così il numero legale per l’uscita dei Sindaci di Pacentro, Cansano e Castelvecchio condivisa poi da tutti noi” precisano i sindaci assicurando che “la scelta fatta, però, non penalizza affatto l’auspicata stabilizzazione dei dipendenti del Cogesa per la quale si può procedere da tempo, anche alla luce delle delibere che molti Consigli Comunali hanno già votato sul punto specifico”.