BRACCIO DI FERRO SULLE DELEGHE DI GIUNTA: IL PD ALZA IL PREZZO

La distribuzione delle deleghe sarebbe all’origine del lungo vertice che finora non è ancora concluso tra i rappresentanti dei gruppi consiliari della nascente maggioranza civici-Pd. Proprio il partito democratico, che ha aderito all’appello del sindaco Annamaria Casini, per arrivare ad una giunta di salute pubblica, scongiurando l’ennesimo commissariamento del Comune e nuove elezioni anticipate, avrebbe alzato il prezzo del suo sostegno all’amministrazione comunale, chiedendo deleghe pesanti, forte del fatto di aver lanciato una ciambella di salvataggio alla coalizione civica arrivata al capolinea a causa dell’uscita del gruppo di Avanti Sulmona. Il Pd avrebbe chiesto infatti le deleghe dei Lavori pubblici, del Personale e delle politiche sociali. Deleghe che i rappresentanti dell’ex maggioranza non sarebbero disposti a cedere tutte. Il braccio di ferro sulle deleghe ha allungato oltre ogni previsione il vertice che questo pomeriggio avrebbe dovuto sancire la nascita ufficiale della nuova maggioranza e soprattutto del nuovo organigramma di giunta. Probabilmente, se la notte porta consiglio, solo a notte fonda il nodo sarà sciolto.