GIUNTA DI SALUTE PUBBLICA, PD VERSO L’ACCORDO E GIUNTA VERSO AZZERAMENTO

Ore decisive per l’accordo tra Pd e maggioranza civica per una giunta di salute pubblica, a termine. Infatti proprio stasera il direttivo del circolo Pd di Sulmona deciderà di lanciare una ciambella di salvataggio al sindaco Annamaria Casini. Un passo assai delicato tanto che i dirigenti locali del partito hanno invitato alla riunione di direttivo il segretario provinciale Francesco Piacente, per averne l’avallo ufficiale. Il probabile via libera alla giunta di salute pubblica aprirebbe una fase inedita a palazzo S.Francesco. L’esperienza della coalizione civica verrebbe definitivamente archiviata, dopo tre anni, con la nascita di una giunta tecnica che dovrebbe portare la città a nuove elezioni, lavorando fino all’autunno prossimo su pochi obiettivi essenziali. Strada obbligata per il sindaco sarà l’azzeramento dell’attuale esecutivo. Un’operazione non indolore, che già incontrerebbe le prime resistenze. Già da ieri, quando l’ipotesi della giunta tecnica o di salute pubblica, ha cominciato a prendere corpo, all’interno della coalizione civica non sono mancai i primi malumori. Intanto il consigliere comunale Roberta Salvati ha chiesto di aderire al gruppo misto o dei non iscritti, uscendo dal gruppo Dem e confermando di prendere le distanze dal sindaco. Poi in bilico, nell’attuale giunta, sarebbero il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Nicola Angelucci con Anna Rita Di Loreto e Alessandro Bencivenga. Potrebbe invece restare al suo posto Stefano Mariani, mentre un posto da assessore è stato già lasciato libero dalle dimissioni di Antonio Angelone. Il Pd potrebbe quindi ottenere due posti in giunta. Nelle mire del Pd sarebbe poi anche la presidenza del Consiglio comunale che da inizio consiliatura è stata appannaggio del gruppo di Avanti Sulmona.