LA SCOCCIA DAVANTI AD OLTRE MILLE ELETTORI: JAMM MO’ VERSO LA VITTORIA (video)

Un’onda blu che la vuole portare alla vittoria. Un grande colpo d’occhio quello che ha caratterizzato ieri l’incontro della candidata Marianna Scoccia con i suoi elettori, nei locali del ristorante “Le Ginestre” di Roccacasale. Una nuova prova di forza che ha offerto l’esatta dimensione del potenziale elettorale al quale fa affidamento la Scoccia. Oltre mille persone l’hanno applaudita nel suo breve ma intenso intervento, nel quale ha affrontato i problemi della sanità, dell’agricoltura e della necessità di unire l’intero Centro Abruzzo, tra Valle Peligna, Alto Sangro, Valle Subequana e Valle Sagittario. La Scoccia sulla sanità si è impegnata a lavorare per la designazione dei primari ancora mancanti nell’ospedale di Sulmona. “Più personale medico e infermieristico all’interno dei reparti ma soprattutto più strumentazione e tecnologia per ridurre le liste d’attesa”. Per quanto riguarda l’agricoltura la Scoccia ha sottolineato che si tratta di un comparto strategico per la crescita di un territorio, evidenziando che la Valle Peligna ha un sistema d’irrigazione “cento volte superiore a quello della Marsica. La piana del Fucino s’irriga ancora con i canali, mentre qui abbiamo gli idranti”. Impegno ha assicurato anche sui fondi europei. Mentre altro settore strategico è quello del turismo. Il modello di sviluppo turistico, secondo la candidata, è quello dell’Alto Sangro, al quale la Valle Peligna deve aggregarsi per creare un unico sistema turistico-economico e di servizi. Prima dell’appello finale Scoccia ha ricordato la forza del suo elettorato che considera una famiglia con la quale intende condividere la sua futura esperienza in Regione. “Perché abbiamo un grande obiettivo: dare voce a questo territorio – ha ripreso – in questi ultimi sette giorni vi chiedo il cuore, l’anima, vi chiedo di darmi tutto quello che avete dentro, perché dobbiamo dimostrare di essere orgogliosi di essere peligni. Il 10 di febbraio sarete voi i protagonisti, scriverete voi la storia di questo territorio. Facciamo sentire la voce della Valle Peligna a tutto l’Abruzzo e voglio chiudere con un motto che ci rappresenta jamm mo'”.