LA LEGA ACCUSA SCOCCIA SULLA SANITA’ CHE CONTRATTACCA: DIFENDO SOLO IL NOSTRO OSPEDALE

Le dichiarazioni della candidata Marianna Scoccia provocano la dura reazione del coordinamento territoriale della Lega destinata ad accendere di nuovo questi ultimi giorni di campagna elettorale, quasi che il movimento di Salvini si sia allineato sulle posizioni di alcuni candidati del centrosinistra, anche loro in queste ore all’attacco della candidata Udc. Quanto dichiarato dalla candidata dell’Udc, Marianna Scoccia, in merito alla sanità è gravissimo. Secondo i leghisti le affermazioni della candidata dello scudocrociato, durante la manifestazione che si è tenuta a Roccacasale e che ha visto la partecipazione di oltre mille elettori, finalizzata ad assicurare un potenziamento dell’ospedale di Sulmona e alla riorganizzazioni dei reparti ospedalieri, tuttora privi di primari, sarebbe stata “un’ingerenza diretta della politica in procedure amministrative assolutamente autonome”. “Resto esterrefatta dalle dichiarazioni a firma di un non meglio precisato coordinamento territoriale della Lega, in merito ai concorsi Asl” replica prontamente Marianna Scoccia. “Ho dichiarato che avrei fatto di tutto per far bandire i concorsi da primario per l’ospedale di Sulmona: lho detto ed è quello che farò a testa alta, senza nascondermi, con orgoglio”. “Il nostro Ospedale – prosegue Scoccia –  va riempito di contenuti e senza primari non ci sarà futuro per i nostri reparti: per questo servono quei concorsi che per troppo tempo non sono stati indetti; questo lo chiederemo con forza e decisione alla direzione generale dell’Asl e se per la Lega di Sulmona questa è una ingerenza della politica in procedure amministrative, noi che vogliamo la salvezza ed il potenziamento del nostro ospedale, siamo ben fieri di ingerire ed intervenire nelle procedure amministrative”. “Fa sorridere che l’attacco senza alcun senso sia stato sferrato da una forza che annovera nelle proprie fila chi per anni ha ricoperto il ruolo di sindaco di Sulmona e non ha fatto nulla per far si che venissero nominati nuovi primari – conclude la candidata Udc – A questa persona che ha determinato la lenta agonia del nostro Ospedale voglio dire che la musica è cambiata.La politica è tornata a fare la politica:se ne faccia una ragione”.