TORNA IL FESTIVAL DEL CIOCCOLATO, FABBRICA E STAND IN CENTRO STORICO

Sarà il cioccolato “rosa” la primizia del festival del Cioccolato, che torna da venerdì prossimo in centro storico. Il cioccolato “rosa” che sarà tra le delizie più accattivanti del festival è ricavato da una fava in Ecuador ed è una novità assoluta. Il festival, che si aprirà venerdì 4 gennaio, dalle 9.30, si svolgerà nell’area di corso Ovidio tra piazza Tresca e palazzo dell’Annunziata, concludendosi la sera del 6 gennaio. I banchi dei produttori di cioccolato saranno disposti quest’anno lungo i portici. “Una disposizione decisa guardando alle previsioni meteo – ha precisato l’assessore Stefano Mariani – infatti disponendo i banchi rivolti verso i portici garantiremo un tranquillo svolgimento della manifestazione, al riparo del maltempo che è previsto in arrivo già per le prossime ore”. In tutto gli stand del cioccolato saranno una trentina con la presenza di maestri cioccolatieri provenienti anche da fuori regione, come il noto artigiano perugino Fausto Ercolani ed il lancianese Maurizio Carosella. Anche quest’anno, come hanno spiegato gli organizzatori Emanuele Trasmondi, dell’associazione Fiere ed eventi e Flaviano Montebello di Casartigiani, sarà riproposta la fabbrica del cioccolato, attrattiva rivolta soprattutto ai più piccoli. “Il cioccolato non è solo fatto di commercio e degustazione – ha precisato l’assessore Alessandro Bencivenga – ma anche fatto di cultura, che ha segnato una svolta nella storia del gusto e delle abitudini alimentari quando venne importato dalle terre precolombiane all’epoca della scoperta dell’America”. Dunque il calendario degli eventi natalizi volge a conclusione proprio con il festival del cioccolato, coincidente con l’avvio della stagione dei saldi invernali. “Una felice e spero proficua coincidenza – ha concluso l’assessore Mariani – anche per questo il festival sarà di attrattiva sia per i più golosi sia per chi avrà modo di fare acquisti di cioccolato ma anche di altra merce in vetrina nei negozi del centro storico”. Gli organizzatori intanto sperano di ripetere e accrescere il successo della manifestazione che l’anno scorso portò circa ventimila presenze in centro, fino alla tarda serata.