PRESEPE VIVENTE AD ANVERSA, LE EMOZIONI DEL NATALE NELLA BELLEZZA DELL’ANTICO BORGO

Un presepe vivente per riscoprire le emozioni del Natale ma anche la bellezza di un antico borgo. E’ stato questo il “racconto” della Natività al quale hanno dato vita un centinaio di figuranti e musici nella cornice suggestiva del paese di Anversa degli Abruzzi.  Sabato sera antiche case e botteghe artigianali si sono riaperte e per circa tre ore hanno ripreso vita, attraverso il percorso dei figuranti del presepe vivente, tra pastori, allevatori e agricoltori e donne in costume tipico locale, dalla chiesa di S.Marcello fino al piccolo rione dei Cordoni, dove è stata allestita la capanna con Gesù, la Madonna e S.Giuseppe. Un folto pubblico, favorito anche dal clima mite, ha assistito alla rappresentazione, immergendosi nel dedalo di “rue” che dalla piazza del paese scendono fino a lambire la Riserva naturale delle Gole del Sagittario. A fare da colonna sonora all’evento il gruppo sulmonese degli “Amici del ‘ddu botte” che ha animato il ballo tradizionale dei giovani del paese, guidati da Ada Di Ianni. Tanti originari di Anversa, provenienti anche da fuori regione, si sono ritrovati in quella che da qualche anno è diventata tradizione, grazie all’operosità e all’inventiva della regista Marisa Del Rosso, in collaborazione con il Comune e con la stessa Riserva naturale. Come pure i migranti residenti da decenni in paese hanno indossato i panni dei pastori e dei Magi che accorrono alla grotta della Natività. Un momento propizio anche per avvicinarsi agli antichi mestieri e all’artigianato artistico abruzzese, tra il banchetto dell’orafo e quello della donna intenta alla lavorazione a tombolo. E ancora le massaie che preparano tagliatelle e sagne, il pastore che torna dal pascolo con latte fresco e pronto a produrne delizie casearie. La serata, dopo il breve corteo dei figuranti, lungo la strada principale del paese,  si è conclusa con l’esibizione di tamburini e sbandieratori del gruppo storico “Città di Popoli”, su invito del loro concittadino don Daniele Formisani, parroco di Anversa.