ANVERSA DI UN TEMPO RIVIVE NELLA NATIVITA’ TRA ANTICHE CASE E BOTTEGHE

Saranno un centinaio i figuranti del presepe vivente che domani, sabato 29 dicembre, dalle 19, si svolgerà nelle “rue” e tra le antiche case del suggestivo centro storico di Anversa degli Abruzzi. I figuranti arriveranno da ogni parte del comprensorio peligno in uno dei Borghi più Belli d’Italia, immerso nello splendido scenario naturale delle Gole del Sagittario. La rappresentazione della Natività, in quello che fino agli anni Cinquanta fu paese nel quale assai diffusa era l’attività della pastorizia, avrà inizio dalla chiesa di San Marcello. Poi i figuranti si muoveranno attraverso un percorso fatto di tappe nei luoghi più caratteristici del piccolo centro, animato da quadri sui momenti salienti del mistero della Natività e ambientati nel clima della vita contadina, scandita dalle stagioni, così come vissuta un tempo dalla gran parte degli anversani. I personaggi indosseranno costumi tipici della tradizione locale. Saranno riaperte antiche botteghe artigianali, dove veniva lavorata la ceramica o dove c’era il ciabattino, il fabbro ferraio ed altri artigiani. A fare da colonna sonora all’evento saranno musici e zampognari. A conclusione della rappresentazione tutti i figuranti sfileranno in piazza Belprato aprendo infine il momento della degustazione di prodotti tipici locali e facendo festa con musiche e balli della tradizione abruzzese. Regista e coreografa della Natività in Anversa è Marisa Del Rosso, ideatrice della rappresentazione. L’evento è realizzato in collaborazione tra l’amministrazione comunale di Anversa e la Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario.

presepe anversa