NON PASSA IL BUS, ALUNNI LASCIATI A PIEDI: PROTESTANO I RESIDENTI DELLE FRAZIONI

Alunni lasciati a piedi dai pullman del trasporto pubblico urbano. Questa mattina i piccoli residenti nella frazione delle Cavate sono arrivati a scuola in ritardo e qualcuno ha addirittura saltato le lezioni, a causa del bus che non è passato. Ieri era accaduta la stessa cosa con la corsa delle 13,00, quella che doveva riportare i ragazzi a casa dopo le lezioni. I genitori sono inviperiti con il Comune e in particolare con i responsabili del trasporto pubblico cittadino, che da tempo crea disservizi e forti penalizzazioni agli utenti. Tanto che hanno deciso di recarsi in caserma per presentare un esposto contro il Comune. “Ci rivolgeremo alla legge”, affermano in coro i residenti delle Cavate, “anche perché non è la prima volta che succedono queste cose con  i residenti delle frazioni, soprattutto bambini e anziani costretti a restare a piedi. Inoltre i mezzi utilizzati sono insicuri con le porte che si aprono anche quando il mezzo è in corsa. “La situazione è insostenibile”, concludono i residenti delle frazioni, “e va risolta al più presto possibile perché anche i cittadini che abitano in periferia e pagano come gli altri le tasse,  hanno il sacrosanto diritto di avere gli stessi servizi dal Comune”.