PRATOLA, FIUME DI POLEMICHE DALLA RESTAURATA FONTANA IN PIAZZA MADONNA DELLA LIBERA

Botta e risposta a Pratola tra maggioranza e opposizione, che ai cittadini regalano uno scontro che contrasta con il clima pacifico del Natale. Un fiume di polemiche che sgorga dalla restaurata fontana di piazza Madonna della Libera.  Muove all’attacco il gruppo di Pratola Insieme, denunciando che la cittadina “si è svegliata ed ha trovato la storica fontana della centralissima piazza Madonna della Libera, cintata da inquietanti puntali di acciaio ed allontanata di fatto dalla popolazione che per generazioni l’ha eletta a storico punto di aggregazione e convivialità”. “Ah ma è vero. Siamo un popolo di incivili,di rozzi e bruti ed occorre proteggere il patrimonio culturale. Amen” sostiene con sarcasmo il gruppo di minoranza che elenca tutte le criticità che a suo giudizio sono il risultato dell’azione della giunta Di Nino. “Se questa è la Pratola Bellissima la vogliamo “carina”come prima, tanto più che in questi 600 giorni di amministrazione di Nino abbiamo perso l’utilizzo di una struttura pubblica quale lo Stadio Comunale (quest’ ultimo si trova in uno stato di abbandono vergognoso), perso l’occasione di stabilizzare la quasi totalità degli alunni di scuole e asili in stabili sicuri, perso la possibilità di valorizzare  strutture come quella in località Spinelle, perso quasi tutte le associazioni giovanili di livello e aggregazione sociale, perso milioni di euro di finanziamento post-terremoto, perso la possibilità di convolare l’ingente mole di turismo invernale nella nostra città date le inesistenti iniziative comunali” accusa Pratola Insieme, concludendo che “in compenso abbiamo un ring in pieno Centro storico”. Non si è fatta attendere la replica della maggioranza. “Più che un manifesto di Natale, quello di Pratola Insieme sembra l’annuncio di un manifesto di carnevale, tale e tanto il pasticcio di frasi e considerazioni lanciate in aria, su strutture pubbliche, scuole, turismo invernale da convogliare. Come se poi tra le fila di questo gruppo di opposizione non ci fosse chi ha svolto per otto anni un ruolo chiave nell’amministrazione attiva e non si è premurata affatto, ad esempio, di reperire le risorse per le perizie di vulnerabilità sismica, prescritte dal 2003, della tribuna dello stadio “Ricci”come abbiamo fatto noi, oltre a non considerare che l’accusa che hanno levato sull’abbandono dello stadio hanno finito per rivolgerla ai Nerostellati che da mesi sono i titolari della gestione” risponde Pratola Bellissima. Per non parlare di ciò che sempre l’ex vice sindaco (Alessandra Tomassilli ndr) avrebbe potuto fare per il palasport di via Spinelle per il quale solo questa amministrazione sta cercando le soluzioni migliori, ricordando pure alla stessa che per otto non si è mai posta il problema di risolverlo. Sulla gestione del post terremoto, poi, le affermazioni del gruppo di Pratola Insieme sono decisamente ridicole” sostiene la maggioranza, ricordando che l’attuale amministrazione ha invece prodotto in poco più di un anno risorse ingenti, sblocco degli aggregati edilizi, commissariamenti, fine istruttorie ed una mole di lavoro che “l’ex vice sindaco Tomassilli non ha saputo né pensare né mettere in pratica in quasi due mandati”. “Sulla Fontana di piazza Madonna della Libera solo questa amminstrazione si è posta, infine, il problema del restauro, della reperibilità dei fondi, della protezione, cose di cui non si è mai minimamente preoccupata sempre l’ex vice Sindaco – conclude la maggioranza – intenta solo con il suo capogruppo a scrivere manifesti maldestri per lasciare, di tanto in tanto, qualche traccia sconclusionata come quella che hanno pure trovato il modo di annunciare come in un varietà. Chiediamo pertanto al Natale di portare in dono al gruppo di Pratola Insieme la capacità di superare finalmente l’11 giugno dell’anno scorso, ne trarrebbe giovamento la loro serenità”.