NUOVI PROGETTI TRA COMUNE E COGESA MA I NUOVI ORARI DELLA DIFFERENZIATA NON PIACCIONO A TUTTI (video)

Si rinsalda il rapporto di collaborazione tra Comune di Sulmona e società Cogesa, con un progetto che prevede la riqualificazione ambientale di Noce Mattei, dove sorgono gli impianti e la discarica della società che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti ed una pista ciclabile e pedonale, tra la Statale 17 e via Cappuccini, da prevedere nel piano triennale delle opere pubbliche 2019-2021, per una spesa prevista di circa 400mila euro, con nuova illuminazione nella strada che collega Noce Mattei a Costa del Gallo, poco distante da Pacentro. L’iniziativa del Comune, presentata questa mattina dall’assessore ai Lavori pubblici, Nicola Angelucci, servirà a rendere più accogliente la zona fino ad oggi penalizzata dalla presenza della discarica e dall’andirivieni di mezzi pesanti che trasportano i rifiuti. Il progetto presentato dall’amministratore unico Vincenzo Margiotta prevede la creazione di un manto erboso nelle aree di intervento, la piantumazione di siepi, circa 1200 nuovi alberi e la gestione delle piante già esistenti, la realizzazione di un sistema adeguato di irrigazione per un costo totale a carico del Cogesa di 220 mila euro. La società sulmonese farà anche opera di beneficenza con i fondi raccolti a attraverso la varie iscrizioni ai bandi emessi per la formazione di graduatorie per il nuovo personale da assumere. Ogni partecipante all’atto della domanda versa 20 euro, cinque di questi saranno devoluti ad opere benefiche. Finora sono stati raccolti oltre 5 mila euro che saranno devoluti ai volontari delle frazioni per l’acquisto di un defibrillatore destinato a Torrone, all’associazione Anfass, alla Caritas e al Cipa, che ha sostenuto il Cogesa nella realizzazione del mercatino del riuso dei giocattoli. Infine stato presentato anche il nuovo calendario della raccolta differenziata dei rifiuti per il 2019 con la novità che i rifiuti organici saranno raccolti anche nella giornata di sabato venendo incontro alla consuetudine italiana di consumare pesce nella giornata di venerdì. E già sulla pagina Facebook della società Cogesa fioccano proteste. I cittadini non condividono la scelta di spostare al sabato la raccolta dei rifiuti organici, per adeguare l’organizzazione alla consuetudine di consumare pesce nella giornata di venerdì. “Sono perplessa state creando troppa confusione, ci togliete la raccolta dell’umido il lunedì, magari il sabato sera o la domenica abbiamo fatto una cena o un pranzo e ci teniamo fino al mercoledì l’organico. Il sabato il pesce non lo compreremo più perché gli scarti della pulizia puzzano fino al mercoledì – scrive Antonella Allega – .diciamo che il lunedi era meglio. Vorrei sapere con chi vi riferite per i cambiamenti e l’indifferenziato a quale giorno lo spostate? Poveri anziani con questo caos”.



>