CONVEGNO SU “I DIRITTI DEI PIU’ FRAGILI”, CENDON LANCIA UN MONITO A DIFESA DEL TRIBUNALE DI SULMONA

Parte da Sulmona, dal professore Paolo Cendon, il monito a non chiudere il Tribunale: “Si è rivelato un errore sopprimere in passato in Italia i presidi giudiziari più piccoli: non deve succedere anche a Sulmona. La giustizia di prossimità ha un valore fondamentale”. Il professore ne ha scritto anche un post sul suo profilo facebook, dopo il suo rientro a Trieste: “Sulmona, metà dicembre 2018, presentazione de “I diritti dei più fragili”, cena con Anna Berghella squisita padrona di casa, poi Angela, Federica, Anna Sara, l’avvocato Vittorio Masci, scambi vari nell’incontro pomeridiano in aula del Tribunale .. che non deve scomparire” Durante il convegno, dal titolo “Il prof. Paolo Cendon a Sulmona: lo studioso delle persone vulnerabili in un territorio vulnerabile” organizzato proprio nel Tribunale di Sulmona da “Cammino Sulmona”, il presidente dell’associazione avvocato Anna Berghella ha voluto sottolineare la debolezza del territorio peligno, oggetto di continue spoliazioni e di spopolamento. “Il professor Cendon ha condiviso con noi l’importanza di rimettere al centro l’individuo, con le sue necessità esistenziali e le sue fragilità. E il mantenimento del Tribunale, peraltro esempio nazionale di funzionalità ed efficienza, va in questa direzione ed è una priorità imprescindibile per tutti, non solo per l’avvocatura”.